Home > Webzine > Fiorentina-Napoli, Montella: ''Gomez tornerà il giocatore di prima''
giovedì 14 novembre 2019

Fiorentina-Napoli, Montella: ''Gomez tornerà il giocatore di prima''

08-11-2014
Archiviata l'Europa League con la qualificazione ai sedicesimi di finale grazie all''1-1 contro il Pak Salonicco, per la Fiorentina è di nuovo tempo di campionato, con l'ultima partita prima della sosta per gli impegni delle nazionali. Domenica 9 novembre alle 18 al Franchi arriva il Napoli. La squadra di Rafa Benitez, dopo un avvio balbettante, ha ingranato la marcia giusta e ora è la candidata principale per il terzo posto. Il 2-0 inflitto alla Roma è stata un'autentica prova di forza degli azzurri che avrebbero potuto segnare più di due gol se non fosse stata per la sfortuna e i pali. I partenopei viaggiano sulle ali dell'entusiasmo, anche i malumori d'inizio stagione sembrano essere svaniti. Benitez ha tutti i giocatori a disposizione per la trasferta di Firenze. Anzi, in molti hanno riposato nella partita di coppa contro lo Young Boys vinta per 3-0 grazie alla tripletta di De Guzman. Al Franchi, quindi, vedremo il miglior Napoli, con Maggio, Albiol, David Lopez, Jorginho, Hamsik e Callejon.

Insomma, sarà un test difficilissimo per la Fiorentina che ha bisogno di dare una sterzata ad un campionato, fin qui, deludente. Un altro passo falso dopo quello di Genova contro la Sampdoria, vorrebbe dire perdere quasi definitivamente il treno per la Champions League. Contro gli azzurri, la speranza è che Mario Gomez torni a segnare. Contro il Paok Salonicco ci è andato vicino in un paio di circostanze. Adesso è lui che deve prendersi la Fiorentina sulle spalle, visto anche il recente infortunio di Bernardeschi. Passando alla probabile formazione, l'Aeroplanino dovrebbe schierare i suoi uomini col 4-3-1-2: Neto in porta, Tomovic, Gonzalo, Savic e Marcos Alonso in difesa, Aquilani, Pizarro e Borja Valero in mediana, Mati Fernandez dietro a Cuadrado e uno tra Babacar e Gomez.

Dalla sala stampa “Manuela Righini” dello stadio Artemio Franchi di Firenze, le parole di Vincenzo Montella:

“La nostra classifica è deficitaria rispetto alle nostre ambizioni, è una partita importante e stimolante. Dovremo fare il massimo per vincere. Marin mi è piaciuto come è entrato in partita contro il Paok. Fisicamente deve crescere. Gomez deve stare tranquillo perché ha la fiducia di tutti. Tornerà il giocatore che abbiamo sognato.
Non voglio parlare di Benitez perché ci ha snobbato non parlando in conferenza stampa.
Lo smoking? In base al tempo che sarà dovremo mettere l'abito giusto contro il Napoli.
Mi sarebbe piaciuto chiudere la pratica per il primo posto in Europa League col Paok, ma è già una buona cosa essersi qualificati con due turni d'anticipo.
Il Napoli ha un attacco formidabile, ha giocatori che possono far gol in qualsiasi maniera. Sono ben assemblati insieme, anche numericamente.
Gomez è molto determinato in allenamento. La mancanza di gol potrebbe fargli perdere un po' di convinzione, ma non deve succedere. E' sulla strada giusta.
Penso che Pizarro abbia parlato anche per se stesso. E' stata una presa di coscienza importante. E' un giocatore straordinario nonostante l'età, è fondamentale per la Fiorentina anche se corre tanti rischi e qualche volte mette in difficoltà la squadra. Ma sono io a chiedergli di prendersi dei rischi.
Rivincita? L'anno scorso il Napoli è arrivato in Champions con merito. La sconfitta in casa brucia ancora tantissimo così come la finale di Coppa Italia. Abbiamo voglia di batterli, ma non c'è voglia rivalsa extracalcistica.
Rispetto alla partita del 3 maggio sia che Fiorentina che Napoli hanno più problemi.
Il Napoli a volte concede campo perché nei contropiedi è devastante. Dovremmo essere bravi in fase difensiva e offensiva.
Sono contento del rendimento e del comportamento di Vargas. Ha una personalità importante per lo spogliatoio. Ha caratteristiche diverse rispetto ai calciatori che giocano nel suo ruolo.
Mati sta bene, era disponibile già per la partita di Europa League”.

di Stefano Niccoli