Home > Webzine > Fiorentina, Natale amaro: solo 1-1 con l’Empoli
mercoledì 20 novembre 2019

Fiorentina, Natale amaro: solo 1-1 con l’Empoli

21-12-2014

Montella aveva ragione ad aver paura dell’Empoli. Perché la squadra di Maurizio Sarri, nonostante la giovane età di molti suoi elementi, non specula ma ha una sua identità e un suo gioco, probabilmente uno dei più belli e propositivi della Serie A. Sarà un Natale amaro per i viola che non sono riusciti ad andare oltre l’1-1 nel derby toscano. Lo 0-0 con la Juventus aveva avuto il sapore della vittoria. Il pari con gli azzurri, invece, ha i contorni della sconfitta perché ferma il buon momento dei gigliati, ma soprattutto arresta la loro scalata al terzo posto, valido per l’ingresso ai play off della prossima Champions League. Il Franchi si conferma un tabù. La Fiorentina, infatti, non vince tra le mura amiche addirittura dal 29 ottobre, giorno del netto 3-0 all’Udinese. La compagine di Montella ha ottenuto più punti in trasferta, non a caso gli ultimi tre successi sono arrivati a Verona, a Cagliari e a Cesena.

Una partita, quella con l’Empoli, simile alle montagne russe, piena di occasioni sia una parte che dall’altra, vissuta costantemente sul filo dell’equilibrio. Entrambe le squadre avrebbero potuto conquistare l’intera posta in palio. Alla fine, è uscito fuori un pareggio avvincente, spettacolare e senza tatticismi. Una chance persa per la Fiorentina. Un’impresa, invece, per i ragazzi di Sarri che mettono un altro mattoncino per la salvezza.

Montella conferma il 3-5-2, ma con una sorpresa. Sulla fascia sinistra c’è Vargas al posto di Marcos Alonso. La Fiorentina fa la gara, ma l’Empoli non sta a guardare ed è pericoloso, specialmente in contropiede. Nel primo tempo, i padroni di casa sfiorano il gol con Borja Valero, con un colpo di testa di Gomez parato da Sepe e con un tiro dal limite di Cuadrado. Gli ospiti, invece, vanno vicini due volte al vantaggio con Tavano, ma l’attaccante pecca di precisione. La partita sembra avviarsi sullo 0-0 al duplice fischio, ma al 45’ Vargas sblocca il risultato con una botta micidiale dalla distanza. L’inizio di ripresa è un monologo gigliato. Al 47’, cross del Loco, incornata di Gomez, ma la sfera si stampa sul palo. Davvero sfortunato il tedesco, ancora fermo alla rete di Cagliari. Al 49’, altra occasione per i locali. Conclusione di Cuadrado, Sepe è miracoloso e respinge sul fondo. Passata la “tempesta”, l’Empoli si rialza, guadagna metri e a sorpresa firma l’1-1. Angolo di Valdifiori, Tonelli svetta e palla in fondo al sacco. La banda di Sarri prende coraggio e “rischia” il 2-1. Maccarone scavalca Neto con un lob, Savic allontana sulla linea, poi Croce con un mancino sporco chiama il portiere brasiliano alla deviazione in corner. Nel finale, la Fiorentina tenta il tutto per tutto, ma di fatto si rende pericolosa solo con un tiraccio di Gomez. Montella tenta anche la carta El Hamdoui, ma non c’è niente da fare.

Adesso qualche giorno di vacanza. Prossimo appuntamento: il 6 gennaio al Tardini contro il Parma.

di Stefano Niccoli