Home > Webzine > Chievo-Fiorentina, Montella: “Non esiste nessun caso Gomez. Scorretti i giornalisti”
martedì 12 novembre 2019

Chievo-Fiorentina, Montella: “Non esiste nessun caso Gomez. Scorretti i giornalisti”

18-01-2015
Fiorentina, vietato fermarsi adesso. Dopo la vittoria sofferta contro il Palermo per 4-3, la squadra di Vincenzo Montella affronterà domenica 18 gennaio alle 15 il Chievo allo stadio Bentegodi. Una  partita complicata quella contro i clivensi, reduci dall'1-1 di Bergamo contro l'Atalanta e invischiati in piena lotta per non retrocedere. I veneti daranno più del cento per cento per uscire dalle zone torbidi della classifica. I viola, però, sono nettamente superiori ai ragazzi di Maran sul piano tecnico  e dovranno cercare di sfruttare il turno di campionato, almeno sulla carta, favorevole. Il terzo posto, occupato dalla Lazio, è distante quattro lunghezze (31 punti per i biancocelesti, 27 per i gigliati) e nella prossima giornata la formazione capitolina sfiderà il Napoli. Uno scontro diretto. Una delle due compagini – o entrambe in caso di pareggio – perderà inevitabilmente punti preziosi in ottica Champions League.

Probabili schieramenti. I gialloblù dovrebbero scendere in campo col 5-3-2: Bizzarri in porta, Frey, Gamberini, Dainelli, Cesar e Zukanovic in difesa, Birsa, Hatemaj e Izco a centrocampo, Paloschi e Meggiorini in attaco.
Solito 3-5-2 per la Fiorentina. Tatarusanu tra i pali, pacchetto arretrato con Tomovic (Savic è ancora squalificato), Gonzalo Rodriguez e Basanta, mediana con Pizarro, Borja Valero e Mati Fernandez, sulla fascia destra Joaquin, su quella di sinistra Pasqual, in vantaggio su Marcos Alonso. In avanti, Gomez e Cuadrado.

Dalla sala stampa “Manuela Righini” dello stadio Artemio Franchi di Firenze, le parole di Vincenzo Montella:

Diamanti? Devo vedere l’ultimo allenamento, ha grande entusiasmo e voglia. El Hamdaoui non si è allenato così come Marin che ha la febbre. Neto? E’ con il gruppo dei portieri. Mi preoccupa sia il Chievo che il campo. Gomez? Si è creato un caso che non esiste. Avete decontestualizzato delle frasi diverse che avete messo insieme, siete stati scorretti. Sono molto risentito per quello che è successo.
 
Abbiamo avuto continuità nelle ultime 7-8 partite, eccetto Parma. Abbiamo fatto degli errori nel girone d’andata, ma abbiamo fatto anche cose positive. Con una vittoria il girone d’andata sarebbe soddisfacente anche se non ottimo. Abbiamo la volontà di fare di più ma dipende anche dagli avversari. Abbiamo margini di miglioramento anche per quanto riguarda i singoli. La squadra mi sembra più determinata e rabbiosa di qualche settimana fa.
 
Il mercato? La società conosce il mio pensiero, dobbiamo vedere cosa propone il mercato. Abbiamo una rosa troppo ampia, ma devo essere bravo a lavorare con gli uomini che ho a disposizione. Il Chievo sta avendo un grande rendimento, ha perso una sola volta nelle ultime nove partite. Ha le caratteristiche per lottare per la salvezza. Classifica corta per il terzo posto? Vuol dire che c’è più concorrenza e che le squadre sono più vicine tra loro”.

di Stefano Niccoli