Home > Webzine > ''Eros, Filìa, Agape'', Il filosofo Remo Bodei e lo psicologo Giuseppe Riva allo Stensen
venerdì 22 novembre 2019

''Eros, Filìa, Agape'', Il filosofo Remo Bodei e lo psicologo Giuseppe Riva allo Stensen

31-01-2015

Sabato 31 gennaio 2015, alle ore 15.30, presso l'Auditorium Stensen di Firenze (viale Don Minzoni, 25c) è in programma l’ottavo incontro del percorso “Eros, Filìa, Agape”. Il filosofo Remo Bodei e lo psicologo Giuseppe Riva discuteranno sulla relazione fra l’uomo e il suo contesto empirico, il mondo degli oggetti che oggi non sono più solo gli atomi della materia ma anche i bit dell’universo digitale.
Secondo Bodei, è l’amore, inteso come carica emozionale e come investimento intellettuale, che vede gli oggetti “sub specie aeternitatis” e ne modifica il senso trasformandoli “in cose da amare e santificare proprio grazie alla loro singolarità, al loro essere nodi specifici di relazioni cognitive e affettive”, come scrive nel suo saggio “La vita delle cose”.  Ecco una declinazione dell’amore che non è propriamente “filìa” affetto, attaccamento, che riguarda l’amicizia, ma comprende – e lo spiegherà nel suo intervento – un pezzetto di tutte e tre le categorie che esprimono le relazioni fra gli uomini.
Si può fare una riflessione analoga per quanto riguarda l’esperienza virtuale attraverso le tecnologie multimediali? Qui il ragionamento coinvolge in particolare i social network, perché sono strumenti che creano relazioni umane su un piano diverso da quello fisico. Riva, che ha sviluppato una nuova area di ricerca, la psicologia dei Nuovi Media o Ciberpsicologia, sostiene che l’utente del computer tende a rendere i rapporti, che intesse attraverso la rete, sempre più simili alla natura di quelli che intrattiene nel mondo reale.  Da qui trae la conseguenza che anche gli atti che compie nei social network entrano a far parte della sua esperienza sensibile.

Per informazioni: www.stensen.org



di Lorenzo Ciucci