Home > Webzine > Genoa-Fiorentina, Montella: “La cessione di Cuadrado andava fatta''
venerdì 22 novembre 2019

Genoa-Fiorentina, Montella: “La cessione di Cuadrado andava fatta''

30-01-2015
In casa Fiorentina, il mercato è tornato protagonista degli ultimi giorni. Juan Cuadrado lascerà la squadra viola per aggregarsi al Chelsea, alla corte di Josè Mourinho. Al club dei Della Valle arriverà, in prestito con diritto di riscatto fissato a 15 milioni, Mohamed Salah, egiziano classe 1992 finito ai margini nei Blues. Dalla cessione del colombiano, i gigliati incasseranno 32 milioni di euro. Con questi soldi, la Fiorentina avrà la possibilità di mettere a segno almeno altri due colpi in entrata. Si parla di Baselli dell’Atalanta e Darmian del Torino.

All’orizzonte, però, c’è una partita molto importante in ottica terzo posto, quella di sabato 30 gennaio contro il Genoa allo stadio Luigi Ferraris (calcio d’inizio alle 18). I rossoblù sono reduci dall’amara sconfitta per 2-1 contro il Napoli. Un ko arrivato a causa delle pesanti sviste del direttore di gara Calvarese. Per questo motivo, i tifosi del Grifone hanno preparato una protesta nei confronti della classe arbitrale.
Il Genoa non vince dal 7 dicembre, 1-0 al Milan, ed in classifica è sceso al settimo posto a quota 28 punti, tre in meno della Fiorentina. I padroni di casa non avranno, perché squalificati, Antonelli e Bertolacci, quest’ultimo accostato ai viola durante la finestra di mercato invernale. Due assenze pesanti per i liguri. Non ci sarà nemmeno l’ex di turno Alessandro Matri, alle prese con un problema muscolare. Il tecnico Gasperini dovrebbe schierare i suoi uomini col 4-3-3: Perin in porta, Roncaglia, Burdisso, De Maio e Izzo, in difesa, Rincon, Kucka ed Edenilson a centrocampo, Iago Falque, Fetfatzidis e Perotti in attacco.
Solito 3-5-2 per la Fiorentina che, però, dovrà rinunciare a Savic e Pizarro, squalificati, e Cuadrado, in procinto di trasferirsi al Chelsea. Questa la probabile formazione: Basanta, Gonzalo Rodriguez e Tomovic davanti a Tatarusanu. Aquilani in cabina di regia con Mati Fernandez e Borja Valero ai suoi lati. Joaquin sulla fascia destra, Pasqual su quella di sinistra. In avanti, Gomez e Babacar.

Dalla sala stampa “Manuela Righini” dello stadio Artemio Franchi di Firenze, le parole di Vincenzo Montella:

La cessione di Cuadrado andava fatta. Da allenatore mi dispiace. Se è stato pagato così tanto si vede che il giocatore vale. La società ha fatto la cosa giusta. Rispetto ad altre situazioni questa era inevitabile. Non deve distrarci dalla partita di Genova. Va via un calciatore top, che ci permetteva di giocare con molti moduli. A livello potenziale Salah può essere importante.
Diamanti sta leggermente meglio di Gilardino, entrambi conoscono già il campionato e hanno grande entusiasmo.
Nelle intenzioni la società vuole crescere, nei fatti vedremo se ciò avverrà. Badelj si è allenato ed è recuperato, Aquilani non sarà convocato. Col Genoa dovremmo essere particolarmente bravi a indirizzare la partita sul nostro metodo di gioco, altrimenti diventa complicata; dovremmo far rifiatare dei calciatori, ma al momento non possiamo permettercelo perché teniamo al campionato e alla coppa.
Cuadrado ha sempre dato tutto per la Fiorentina fino all’ultimo giorno, sono convinto che se avesse potuto avrebbe giocato anche domani. Sono contento per lui perché va in una squadra top. Dobbiamo guardare avanti. I calciatori migliori tendono ad andare in altri campionati, dobbiamo fare qualcosa per aumentare l’appeal della Serie A.
Le parole di Raiola su Babacar? Rispetto le opinioni altrui, soprattutto quando sono disinteressate. Babacar ultimamente ha giocato poco perché è stato infortunato. Lui e Gomez possono coesistere, dipende dall’intensità della partita.
Il Genoa è una squadra molto fisica e di corsa, per le caratteristiche dei giocatori arrivano a fine partita e riescono a fare bene. Stanno bene fisicamente, hanno idee, pressano alti. Rispetto all’andata giocano in modo diverso.
Due calciatori sono già esclusi dalla lista UEFA, altri due che stanno facendo bene potrebbero rientrarci. Neto resterà in lista? Rifaremo i calcoli per rientrare nei parametri, ho le idee abbastanza chiare.
Fernando è un calciatore che ci farebbe comodo, ma non è un calciatore che potrebbe farci cambiare modulo. Nel 4-2-3-1 potrebbe giocarci anche Badelj, ha quelle caratteristiche.
Le proteste di Preziosi e dei tifosi genoani non credo possano influenzare il match, anche perché c’è un arbitro di cui mi fido e che non si fa influenzare. È anche vero che in passato alzare la voce ha funzionato.
Sarà difficile trovare un esterno del livello di Cuadrado. Dovremo andare avanti e fare del nostro meglio, cercando di sfruttare quello che offre il mercato”.

di Stefano Niccoli