Home > Webzine > Inter-Fiorentina, Montella: ''sfida dura ma affascinante''
venerdì 22 novembre 2019

Inter-Fiorentina, Montella: ''sfida dura ma affascinante''

28-02-2015
Sono passate appena 48 ore dalla storica vittoria al Franchi contro il Tottenham, ma è già il momento di pensare di nuovo al campionato, che non concede alla Fiorentina neppure un attimo di respiro: domenica 1 marzo infatti i viola saranno di scena a San Siro contro l’Inter di Mancini. La gara non è certo delle più facili, soprattutto considerato che è una delle dirette concorrenti per la zona Europa League, sia per l’inevitabile stanchezza fisica che segue una gara europea; la squadra gigliata comunque in questo momento sembra del tutto in grado di gestire i numerosi impegni che la attendono nelle prossime settimane, grazie ad una rosa adeguata alle circostanze ed in grado di adattarsi al cambio di modulo con efficacia. L’inter dal canto suo sta attraversando un campionato a dir poco strano. Dopo una prima metà di stagione a dir poco disastrosa, almeno per quelle che erano inizialmente le ambizioni stagionali degli uomini di Thohir, l’uscita di scena di Mazzarri e l’arrivo al suo posto di Mancini ha restituito un po’ di fiducia ad uno spogliatoio con il morale a terra: ben presto sono arrivati anche i risultati e prestazioni convincenti, cosa che rende la sfida di domani a Milano estremamente interessante e aperta ad ogni possibile scenario. Dalla sala stampa, le parole del tecnico della Fiorentina Vincenzo Montella:

“Come vedo l’Inter? Stimo molto Mancini, abbiamo giocato anche assieme. Da lui ho imparato che bisogna sempre migliorare le squadre. L'Inter adesso, per come la vedo io, che è migliorata attraverso il gioco. Ha trovato una sua identità tattica come vuole lo stesso Mancini. Gli sta dando una continuità di risultati. Sarà una gara difficile, come anche per l'Inter. Sarà una gara da giocare, affascinante, in uno stadio bello. “
“Il risultato migliore per la Fiorentina? Noi dobbiamo giocare per vincere. Giocare per il pareggio non sarebbe la strada migliore per noi”
“La sfida di coppa contro il Tottenham? Ho visto una squadra attenta, precisa. Difficilmente troviamo una squadra superiore ma siamo stati bravi nel gestire la gara.”
“Salah? "E' arrivato molto ben allenato e a livello tattico ha ampi margini di miglioramento.”
“La Fiorentina cambiata dopo il mercato di gennaio? Non so se la felicità porta all'appagamento, però come allenatore non devo fare così. Sono veramente, profondamente orgoglioso di allenare questi giocatori, anche come persone.”
“Chi giocherà domani? Borja Valero è in dubbio, ieri ha svolto lavoro differenziato: c'è il 50% di possibilità di recuperarlo. A centrocampo siamo un po' corti e anche Aquilani sta stringendo i denti. L'altra sera ha giocato con dedizione e spirito di sacrificio, dimostrando attaccamento alla squadra. Anche per questo lo ringrazio pubblicamente.”

di Matteo Fabiani