Home > Webzine > Fiorentina-Milan 2-1: rimonta con grinta e cuore
martedì 19 novembre 2019

Fiorentina-Milan 2-1: rimonta con grinta e cuore

17-03-2015

La Fiorentina sconfigge il Milan per 2-1 al Franchi e riesce a fare un ulteriore passo avanti per il terzo posto, grazie al passo falso a Verona del Napoli, che ora è distante un solo punto. Il match comunque non è stato così rose e fiori come potrebbe sembrare ad una prima occhiata: è servita molta pazienza per i viola, che hanno rimontato a dieci minuti dalla fine lo svantaggio iniziale in una gara contraddistinta da troppi errori di palleggio e durante il possesso palla, in parte anche a causa delle pessime condizioni atmosferiche. Anche se poi alla fine sono arrivati i tre punti, appare chiaro a tutti che contro la Roma tra tre giorni l’atteggiamento dovrà essere di gran lunga diverso, per evitare di andare incontro a brutte sorprese e non salutare prematuramente l’Europa League. Il tecnico Montella è stato costretto ancora una volta ad effettuare un ampio turnover, dati gli infortuni e la stanchezza di molti giocatori: sono stati schierati Neto in porta, Basanta, Rodriguez e Richards in difesa, Rosi, Pasqual, Valero, Aquilani e Kurtic a centrocampo, Ilicic e Gilardino in attacco.

Il primo tempo vede numerosi errori nella costruzione del gioco da parte di entrambe le squadre, senza rilevanti occasioni da rete: l’unico brivido viene da Basanta, che ad un metro dalla porta colpisce di testa la traversa a portiere battuto. Dopo l’intervallo cambia decisamente la musica: dopo pochi minuti gli uomini di Inzaghi sbloccano il risultato grazie a Destro, che devia fortunatamente in porta un tiro di Bonaventura. La reazione dei gigliati è lenta e prevedibile e si trasforma in un assedio sterile che non produce in ogni caso situazioni realmente pericolose; poco alla volta però i cambi entrati nella ripresa permettono di arrivare, dopo tanto patire, al pareggio. Joaquin mette nel mezzo dalla destra e Rodriguez insacca di testa indisturbato: a quel punto il pressing aumenta e arriva il 2-1 viola che fino a pochi minuti prima nessuno credeva possibile, con Joaquin che spinge in testa un traversone deviato di Pasqual. Dopo un’interminabile ripresa la Fiorentina può così festeggiare, mentre il Milan sprofonda sempre più all’inferno.

Questa vittoria darà sicuramente morale ad un gruppo che ha bisogno di tutta le energie possibili sul piano fisico e psicologico per arrivare alla fine di questo tour de force e resistere fino alla sosta di domenica prossima: adesso è il momento di pensare alla sfida alla Roma in trasferta per il ritorno degli ottavi di finale di Europa League. Si parte dall’1-1 dell’andata: un risultato di certo non impossibile da ribaltare, ma ovviamente la squadra viola non dovrà stare a fare troppi calcoli. Serve a tutti i costi una vittoria, per rendere il passaggio del turno sicuro e ancora più soddisfacente.

Matteo Fabiani