Home > Webzine > ''PiazzaLiberaTutti'': insieme per dare una nuova vita a piazza Pier Vettori
mercoledì 07 dicembre 2022

''PiazzaLiberaTutti'': insieme per dare una nuova vita a piazza Pier Vettori

03-04-2015
Nelle nostre città ci sono angoli degradati, abbandonati a loro stessi e che meriterebbero di riacquistare la propria identità. Per farlo, però, l'azione non deve partire dall'alto, ma da una parola piena di valori e significati: collaborazione.

"Piazza Libera Tutti", progetto di partecipazione lanciato dall'associazione onlus "Save The City" e finanziato dalla Regione Toscana, punta proprio a questo: alla riqualificazione di spazi collettivi attraverso la collaborazione tra cittadini e istituzioni.
Si tratta infatti di un percorso partecipativo volto a ridare vita ad una piazza fiorentina ridotta oggi ad essere solo un grande spartitraffico: piazza Pier Vettori, nodo strategico di circa 8000 mq abbandonato da tempo e che merita di riacquistare la propria dignità.

Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti Alessandro Tarducci, presidente di Save The City, il team di Sociolab che si occuperà di progettare e coordinare tutte le attività partecipative, lo studio di architettura Projecko che darà il supporto tecnico nella fase di progettazione e i soggetti istituzionali coinvolti: l'Assessore regionale Vittorio Bugli, gli Assessori comunali Alessia Bettini (Ambiente), Stefano Giorgetti (Lavori pubblici e viabilità) e Elisabetta Meucci (Urbanistica) e il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni.

Il concetto di fondo del percorso, come spiegato da Alessandro Tarducci e dall'assessora Bettini, è porre fine al tempo della delega per avere cittadini attivi e responsabili e una Pubblica Amministrazione più vicina e aperta.
Come ricordato nel corso della conferenza, si tratta di un percorso partecipativo già sperimentato nei progetti di riqualificazione di Piazza delle Cure e Piazza dell'Isolotto, ma che stavolta presenta un elemento fortemente innovativo e sperimentale: "I cittadini non sono chiamati solo a ripensare ad una piazza, ma anche a gestirla successivamente" - spiega l'assessora Bettini - "Questo è il valore aggiunto che farà crescere il senso civico in tutti noi."

Il percorso si articolerà, infatti, in tre fasi: ascoltare, immaginare, animare.
Si parte con l'osservazione delle dinamiche della piazza e con uno speaker corner allestito il 9 aprile in cui verranno raccolte proposte, idee e domande dei cittadini; si proseguirà con la grande giornata del 27 maggio e il laboratorio di progettazione partecipata dove, insieme a tecnici, plastici e tavoli di lavoro, verranno tradotte le idee in proposte realizzabili; successivamente, e sarà questo l'aspetto innovativo, spetterà ad un gruppo di cittadini co-progettare il bando per selezionare associazioni o gruppi di privati che si occuperanno della manutenzione della nuova piazza.

L'auspicio è che questa esperienza possa fare da pilota per molte altre, segnando il passaggio ad una nuova stagione: quella della partecipazione, della responsabilità e della promozione del senso civico.

Per maggiori informazioni sul progetto: open.toscana.it/web/piazzaliberatutti/home

di Alessandra Toni