Home > Webzine > Diamanti-Salah e la Fiorentina va: 2-0 alla Sampdoria
venerdì 15 novembre 2019

Diamanti-Salah e la Fiorentina va: 2-0 alla Sampdoria

04-04-2015

“Alla Fiorentina voglio fare due gol come alla Roma”. Parole di Massimo Ferrero. Il presidente della Sampdoria, però, è stato “tradito dai suoi perché nel sabato pre pasquale al Franchi è la squadra viola a timbrare due volte il cartellino. Decisivi Alessandro Diamanti e Mohamed Salah. Una vittoria importante che cancella il mezzo passo falso di Udine (2-2), ma soprattutto che permette ai ragazzi di Vincenzo Montella di stare attaccati alla zona Champions. Il terzo posto occupato dalla Lazio, vittoriosa a Cagliari per 3-1, dista infatti appena sei punti.

Una gara a senso unico, ma che i gigliati sono riusciti a sbloccare solo al sedicesimo minuto della ripresa. Colpa del catenaccio della compagine ligure che ha cercato di far male ai propri avversari con l'arma del contropiede. Senza riuscirci però. Merito della buona organizzazione difensiva della Fiorentina, trascinata dietro da un attentissimo Gonzalo Rodriguez (un palo per lui) e davanti da un mostruoso Salah. L'egiziano poteva pagare qualcosa sul piano della corsa visto il campo reso pesante dalla pioggia, ma l'ex Basilea ha dato spettacolo come sempre ha fatto da gennaio fino a questo momento. La marcatura del 2-0 è stata una perla da rivedere più volte al replay, uno slalom gigante nell'area doriana degno del miglior Alberto Tomba. Un gesto da campione che ha messo nuovamente in mossa in mostra la grande tecnica e velocità di Salah. Firenze si gode il suo nuovo gioiello, autore di sette rete in dodici incontri disputati.

Nota di merito anche per Diamanti. Il suo gol è stato involontario (era un cross) quanto importante perché ha sbloccato un match complicato che avrebbe potuto riservare sorprese amare alla Fiorentina. Il giocatore pratese è tornato nel tabellino dei marcatori dopo più di due mesi. Non segnava, infatti, dalla gara interna con l'Atalanta dell'otto febbraio (3-2). In questo arco di tempo l'ex Bologna è un po' sceso nelle gerarchie di Montella a causa anche di una condizione fisica tutt'altro che ottimale. Alino, però ha dimostrato di poter dare il suo contributo alla formazione gigliata in questo finale di stagione.

Martedì 7 aprile la Fiorentina tornerà in campo, sempre al Franchi per il ritorno della semifinale di Coppa Italia contro l'acerrima rivale Juventus. Si parte dal 2-1 di Torino firmato – guarda un po' – Mohamed Salah.

di Stefano Niccoli