Home > Webzine > Europa League: la Fiorentina cerca il riscatto contro la Dinamo Kiev
giovedì 21 novembre 2019

Europa League: la Fiorentina cerca il riscatto contro la Dinamo Kiev

15-04-2015

Rialzarsi immediatamente per non compromettere anche il terzo obiettivo della stagione. Dopo i due pesanti ko contro Juventus in Coppa Italia e Napoli in campionato, la Fiorentina è chiamata ad una reazione nell'andata dei quarti di Europa League contro la Dinamo Kiev in Ucraina (giovedì 16 aprile alle 21.05). La squadra di Montella, purtroppo, non arriva bene all'impegno contro la formazione di Rebrov, sia sul piano psicologico che fisico. Le sconfitte contro bianconeri e azzurri si sono fatte sentire sulla fiducia e l'autostima di Pasqual & co. Inoltre, nella partita contro i partenopei, i viola sono parsi stanchi e molli dal punto di vista atletico.

Giovedì la “musica” dovrà cambiare. Il rischio sarebbe quello di buttare a mare una stagione splendida fino al match pre pasquale contro la Sampdoria. Di fronte, però, ci sarà un avversario complicato da battere. La Dinamo Kiev, prima nel suo campionato, ha dominato il proprio girone vincendo tutte le gare. Ai sedicesimi ha eliminato il Guingamp ribaltando il risultato dell'andata: 2-1 in Francia per i bretoni, 3-1 al ritorno per gli ucraini. Stesso sorte è toccata all'Everton agli ottavi: 2-1 all'andata per gli inglesi a Goodison Park, 5-1 al ritorno allo stadio Olimpico.

Il giocatore più forte della Dinamo è Yarmolenko, ma la Fiorentina dovrà tenere sott'occhio anche l'ex Genoa Miguel Veloso e il giovane Belhanda, campione di Francia con il Montpellier nel 2012. Massima attenzione, infine, al centrale di difesa Dragovic, compagno di Salah ai tempi del Basilea.

Per quanto riguarda la probabile formazione, i gigliati dovrebbero scendere in campo con il 4-3-3: Neto in porta. Tomovic, Gonzalo, Savic e Alonso in difesa, Pizarro, Badelj e Mati Fernadenz (o Borja Valero) a centrocampo, Salah, Gomez e Joaquin in attacco.

Dallo stadio Olimpico di Kiev, le parole del tecnico viola Vincenzo Montella:

“Gli ultimi risultati? La tv ucraina fa vedere le immagini, ma non il resto forse. Abbiamo individuato le cause degli ultimi risultati negativi e continueremo a lavorare su queste.
Devo lavorare sulla testa degli giocatori, non c’è un problema fisico, i nostri dati l’hanno dimostrato. E’ successo qualcosa nella nostra testa. Questa partita arriva nel momento giusto, dovremo mettere la concentrazione giusta per prevalere sulla Dinamo.
Giocherà la formazione migliore, come sempre d’altronde. Soppeserò tutto, ho le idee abbastanza chiare per giovedì.
Gomez? Non è giusto focalizzarsi su un singolo. Tutti – compreso me – potevamo dare di più, mi aspetto di più soprattutto dai giocatori più rappresentativi.
La Dinamo è una squadra completa, ha trame di gioco importanti, sa cosa fare in campo. E’ una squadra con giocatori giovani e di talento. Ci sarà bisogno della miglior Fiorentina e sono sicuro che la vedrete.
Europa League obiettivo primario? Questa competizione è fondamentale, penso però che il campionato sia ancora aperto. Le situazioni psicologiche possono cambiare alla svelta. La Fiorentina deve essere concentrata in campionato, ma prima deve pensare alla Dinamo.
Il mio precedente in Ucraina con la Roma? Era la mia prima partita di Champions da allenatore. Non mi va di ricordare il risultato (ko per 3-0, ndr). Sono solo più vecchio rispetto a cinque anni fa.
I portieri non sono al meglio, ai giocatori della Dinamo consiglio di non arrivare troppo vicini all’area, ma di tirare dalla distanza.
Rebrov? Mi rivedo in lui, abbiamo un profilo simile, anche se lui ha vinto di più. Ho visto tante partite della Dinamo, ma penso che anche Rebrov abbia visto tante partite della Fiorentina, è venuto anche a Firenze”.

di Stefano Niccoli