Home > Webzine > Riapre la Palazzina Reale: Firenze avrà la sua Casa dell'Architettura
giovedì 28 maggio 2020

Riapre la Palazzina Reale: Firenze avrà la sua Casa dell'Architettura

24-04-2015
Torna a nuova vita uno dei luoghi più importanti della città che per anni è rimasto chiuso al pubblico e in mano al degrado: la Palazzina Reale, accanto alla stazione di Santa Maria Novella, riaprirà le sue porte il 25 aprile con l'obiettivo di dare ai fiorentini uno spazio culturale unico, di creatività, scambi e incontri.
Considerato uno dei migliori esempi di architettura moderna in città, la Palazzina Reale affronterà un'importante sfida: quella di diventare nuovo centro culturale di Firenze, vera e propria Casa dell'Architettura che non solo ospiterà la sede dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti fiorentini, ma eventi speciali, workshop, incontri e corsi di formazione professionale.

La nuova vita della Palazzina Reale è stata presentata oggi nei suoi rinnovati spazi e grande attenzione è stata posta all'importanza dell'iniziativa per l'intera comunità fiorentina, a partire dalla scelta stessa della sede.
Costruita tra il 1934 e il 1935 per accogliere i sovrani d'Italia in transito a Firenze, la Palazzina ha vissuto molti anni incerti e di abbandono che ne hanno poco valorizzato la ricchezza, ma ora è pronta ad un nuovo percorso: "La Palazzina Reale ha un'immagine storica pesante e ci piace l'idea di poterla ribaltare - ha dichiarato Marzia Magrini, presidente provinciale dell'Ordine degli architetti - per restituererla a Firenze come Casa dell'Architettura e luogo di scambio con tutti i cittadini".
La Palazzina Reale, come ha proseguito la Magrini, non sarà uno spazio chiuso riservato ai "dotti" e agli esperti, ma un luogo aperto dove l'architettura potrà incontrarsi con le altre arti.

Questa "sfida", come l'ha ribattezzata la stessa Magrini, è stata accolta molto positivamente da tutti e ciò emerge chiaramente dalle parole di Elisabetta Meucci, assessore comunale all'Urbanistica e alle Politiche del territorio: "Sono entusiasta di questa impresa di riqualificazione. È stata presa la via più difficile, scegliendo la Palazzina Reale tra tanti luoghi dismessi a Firenze, ma meno significativi e simbolici di questo - e ha proseguito - per questo porto i saluti del sindaco e dell'intera comunità, grata per ciò che è stato fatto per Firenze".

La nuova vita della Palazzina Reale inizierà venerdì 24 aprile alle 21.30 con l'apertura ufficiale accompagnata da cocktail e dj set, mentre sabato 25 aprile celebrerà la sua rinascita, oltre al giorno della Liberazione, con visiste guidate gratuite e una tavolta rotonda tra architetti, istituzioni e cittadini dal titolo "Verso un centro per l'architettura".
Inoltre dal 24 al 30 aprile, dopo il tramonto, la facciata della Palazzina avrà un'illuminazione speciale grazie allo sponsor Mef, importante realtà fiorentina nella distribuzione di materiale elettrico e rappresentata alla conferenza stampa dall'architetto Gian Paolo Ristori: "La luce comunica emozioni e l'architetto sa interpretare al meglio le emozioni. L'illuminazione della facciata sarà minimalista, proprio perché vuole dare rilievo all'architettura, la vera regina".
L'illuminazione è al momento provvisoria, ma considerate le opinioni entusiaste di chi l'ha già vista, non è escluso che possa diventare permamente e dare un valore aggiunto a questo gioiello architettonico fiorentino.

Per avere maggiori informazioni: www.ordinearchitetti.fi.it

di Alessandra Toni