Home > Webzine > Vincenzo Montella testimonial per il secondo anno della Fondazione ANT Onlus
martedì 12 novembre 2019

Vincenzo Montella testimonial per il secondo anno della Fondazione ANT Onlus

27-04-2015
Sarà l'allenatore dell'ACF Fiorentina Vincenzo Montella il testimonial per il secondo anno consecutivo della campagna della Fondazione ANT Italia Onlus finalizzata alla destinazione del 5x1000 e presentata stamani negli spazi della Banca Federico del Vecchio di Firenze. La conferenza stampa è stata anche l'occasione per rendere noto ciò che è stato fatto dall'ANT nel 2014, i passi in avanti e i dati raccolti, oltre a ciò che verrà realizzato nel corso di questo anno.

Nata a Bologna nel 1978 e a Firenze 20 anni fa, la Fondazione ANT è una vera eccellenza sul territorio, un'importante realtà che svolge sia assistenza gratuita a domicilio ai malati di tumore, fornendo un sostegno completo alle famiglie coinvolte, sia attività di prevenzione oncologica gratuita.
"L'ANT è una grande squadra e ogni grande squadra ha bisogno di un grande allenatore, Vincenzo Montella." - ha detto Simone Martini, delegato di ANT per il territorio di Firenze, Prato e Pistoia - "Siamo grati a Montella per l'impegno costante e la vicinanza di intenti e valori comuni dimostrataci durante questi anni fecondi di soddisfazioni sia per l'ANT che per la squadra viola". Purtroppo assente alla conferenza stampa per motivi personali, l'allenatore della Fiorentina ha rilasciato però una dichiarazione: "Quando mi è stato proposto di collaborare in qualità di testimonial con la Fondazione ANT non ho esitato, soprattutto per l'importanza che ha far conscere tutto ciò che viene fatto nella nostra regione dall'ANT" - e ha proseguito - "Credo che ognuno di noi abbia il dovere di fare qualcosa, ciò che fa l'ANT è sicuramente molto, ma con l'aiuto di tutti noi si potrà fare ancora molto di più".

Solo una piccola parte dei fondi, infatti, proviene dai contributi pubblici ed è quindi preziosa la vicinanza delle persone: come dichiarato da Martini, molti si dimenticano di devolvere il proprio 5x1000, quando invece si tratta di un piccolo e semplice gesto, grazie al quale ANT assiste ogni anno oltre 10.000 malati di tumore nelle proprie case, con uno staff altamente qualificato e in modo totalmente gratuito.

Il bilancio del 2014 in Toscana è più che positivo e i dati presentati da Silvia Leoni, responsabile dell'ODO ANT in Toscana, sono in costante crescita: l'equipe sul territorio (disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7) è cresciuta a 9 medici, 5 infermiere e 3 psicologhe, le famiglie assistite sono passate dalle 599 del 2013 alle 684 del 2014 e per quato riguarda i progetti di prevenzione oncologica sono state effettuate 3.695 visite gratuite.
Tutto il lavoro dell'ANT sul territorio, però, sarebbe vano senza un concreto sostegno da parte della città e delle istituzioni, rappresentate alla conferenza stampa dall'assessora al Welfare del Comune di Firenze Sara Funaro e dal consigliere regionale Eugenio Giani: "Un grande ringraziamento da parte nostra all'ANT per il lavoro fatto nella città e in tutta la Regione, perché il primo diritto che dobbiamo garantire ai cittadini è proprio quello della salute" - ha dichiarato l'assessore Funaro che ha proseguito sostenendo l'importanza di fare sinergia e invitando tutti i cittadini a stringersi attorno all'ANT per sostenere le loro attività. Il consigliere Giani ha invece sottolineato l'importanza della prevenzione, tema centrale dell'intera conferenza stampa, ricordando come l'ANT sia l'associazione che meglio riesce a far passare il messaggio della prevenzione in modo capillare sull'intero territorio.

"Lo scopo dell'ANT è far sì che le persone non si ammalino, non di assisterle malate" - ha sottolineato Martini, il quale ha poi presentato il nuovo accordo con la Casa di Cura Villa Donatello che permetterà proprio di implementare l'attività di prevenzione oncologica gratuita, come affermato dal presidente di Villa Donatello Lorenzo Bifone: "Noi abbiamo spazi, attrezzature, staff, know-how che consentiranno di ampliare i servizi di prevenzione e di andare più in profondità nelle attività di screening precoce della malattia, perché la sua rapida scoperta fa la differenza".

Per mostrare la propria vicinanza all'ANT, è importante la nostra partecipazione ai numerosi eventi che vengono organizzati per raccogliere fondi: il prossimo appuntamento è un'asta benefica che si terrà sotto la suggestiva Loggia dei Lanzi il prossimo 23 maggio alle ore 17.00.

Per maggiori informazioni: www.ant.it

di Alessandra Toni