Home > Webzine > Black Night: la Notte Bianca di Firenze si tinge di nero al ritmo di musica
mercoledì 21 ottobre 2020

Black Night: la Notte Bianca di Firenze si tinge di nero al ritmo di musica

30-04-2015
"È la Black Night, la notte che esplorando tutti i colori del nero arriva fino alla luce del mattino. È la notte della musica": con queste parole il direttore artistico Riccardo Ventrella ha presentato la nuova edizione della Notte Bianca, quest'anno ribattezzata "Black Night" e che accenderà tutta la città di Firenze il prossimo giovedì 30 aprile.

Sarà una Notte Bianca diversa rispetto agli altri anni, piena di novità e con un programma che comprende oltre 60 eventi il cui fil rouge sarà la musica, in particolare quella "black" di matrice afroamericana: "La musica è stata sempre presente nelle passate edizioni, ma quest'anno sarà la protagonista assoluta, il tema centrale anche per chi si occupa di altre arti" - ha dichiarato la vicesindaca Cristina Giachi, che ha poi proseguito "La musica black per Firenze è una scelta 'esotica' che offrirà un momento di crescita per tutti, percorsi capaci di far maturare una consapevolezza artistica e culturale".

Jazz, rock, blues, reggae e rap suoneranno nelle strade e nelle piazze della città e l'invito di Ventrella è di "seguire" le loro note, grazie a una delle maggiori novità di quest'anno, ispirata dalla Notte Bianca di Parigi: si tratta della "Traversata di Firenze", un percorso di 6.5 km da fare a piedi che partendo da piazza Gui e arrivando in piazza Ferrucci taglierà in due la città, permettendo di esplorare una Firenze insolita, tra artisti di strada, musiche e performance.
Oltre alla musica, infatti, una delle parole chiave di questa edizione sarà "decentramento": "Non sarà coinvolto solo il quadrilatero romano, ma ci saranno eventi dappertutto, anche nelle periferie" ha annunciato Ventrella ed è così che vedremo protagoniste della lunga notte fiorentina anche l'Isolotto, Le Cure, l'Oltrarno, San Niccolò e molte altre aree della città che il direttore artistico invita ad esplorare a piedi o con i mezzi pubblici (potenziati per l'occasione).

Entrando nel vivo, quali saranno i principali eventi della Black Night?
L'apertura verrà affidata al Sollicciano Prison Blues, "la realizzazione di un sogno" per Ventrella e che vedrà la reinterpretazione del famoso concerto di Johnny Cash nel carcere di Folsom con il rocker fiorentino Massimiliano Larocca.
In piazza Gui, di fronte al Teatro dell'Opera, La Scena Muta si esibirà dalle 19.30 alle 2 di notte "attorno ad un tavolo", mentre dalle 21.30 in via Martelli sarà la volta del Vodafone Rock in Martelli dove riecheggeranno le note di "Dark Side of the Moon".
Il 30 aprile sarà la Giornata Internazionale del Jazz indetta dall'Unesco e quindi quale migliore occasione per celebrarla anche nella nostra città? Piazza San Firenze diventerà così una vera e propria "New Orleans", come promesso da Ventrella e  proporrà una serie di concerti a cura di Music Pool.
All'interno di Palazzo Vecchio andrà in scena "Bach in Black", gioco di parole che unisce il nome del grande compositore tedesco e il celebre album degli ACDC per indicare una maratona dedicata a Bach dalle 19 fino all'alba orchestrata da Mario Ruffini.
Piazza del Carmine
sarà un altro dei luoghi principali della Black Night e vedrà protagonisti sia i libri con una mostra delle piccole librerie e degli editori fiorentini dal titolo "Libri alla luce", sia il Brasile con le sue musiche e danze popolari.
I libri continueranno ad essere centrali anche con le curiose letture bendate organizzate da Impact Hub, che avranno inizio alla Stazione di Rifredi e si concluderanno alle 3.00 nella Spiaggia di San Niccolò, altra tappa obbligatoria della Notte Bianca.

In questa lunga notte, non dimentichiamoci l'arte: tra i protagonisti della Black Night ci saranno i Musei Civici Fiorentini che rimarranno aperti nel pomeriggio e in serata gratuitamente, ma quest'anno ci aspetta un'altra novità. Oltre alla Traversata di Firenze, infatti, ci sarà un secondo percorso più breve, ma non meno ricco di significato: il "Percorso del Contemporaneo" che unirà Museo Novecento, Museo Marino Marini e Palazzo Strozzi, tre luoghi prestigiosi fiorentini dove l'arte contemporanea è assoluta protagonista.
A scandire il tempo della lunga notte fiorentina ci penseranno due installazioni a cura di Tempo Reale alla fermata della Tramvia Leopolda e nel chiostro del Museo Novecento: due "orologi sonori" che dalle 19.00 scandiranno il ritmo della manifestazione con brani rock e pop della scena fiorentina degli ultimi decenni.

La Notte Bianca penserà anche ai più piccoli: Palazzo Medici Riccardi diventerà una vera e propria "casa dei bambini", ma ci saranno anche molte altre iniziative in giro per la città e che li faranno andare a letto più tardi del solito!

Sarà infine una notte "responsabile", come sottolineato da Ventrella: "Siamo consci che riunire migliaia di persone comporta dei rischi, ma ci impegneremo ad arginare i comportamenti devianti. Non ci saranno somministrazioni straordinarie di alcool e le forse dell'ordine porranno particolare attenzione agli abusivi".

Per conoscere tutto il programma in dettaglio, vi invitiamo a andare sul sito ufficiale della Notte Bianca www.nottebiancafirenze.it, mentre per restare aggiornati sulle informazioni riguardo la mobilità, consultate il sito del Comune di Firenze www.comune.fi.it.

A noi non resta altro che augurarvi una buona Black Night, lasciandovi con le bellissime parole di Riccardo Ventrella:
"Sì, questa è la Notte Bianca, ma è la notte della normalità della straordinarietà, perché Firenze è straordinaria tutti i giorni"

E come non essere d'accordo?

di Alessandra Toni