Home > Webzine > #andiamoltre: Firenze capitale del dialogo con il Festival delle Religioni
domenica 04 dicembre 2022

#andiamoltre: Firenze capitale del dialogo con il Festival delle Religioni

15-05-2015
Firenze diventa capitale del dialogo interculturale con la seconda edizione del Festival delle Religioni. Si rinnova l'appuntamento con una tre giorni di dibattiti, approfondimenti e scambio di idee organizzata dall'Associazione Luogo d'Incontro.
L'ideatrice e fondatrice Francesca Campana Comparini presenta il Festival: "Lo scorso anno abbiamo iniziato un percorso su ciò che ci divide per svelare le nostre differenze religiose e scoprire ciò che è motivo di scontro. Allora non potevamo pensare che la religione potesse diventare per noi europei qualcosa di drammatico. Ma gli scenari mondiali sono cambiati, e oggi con più determinazione dobbiamo cercare di andare oltre, oltre il fanatismo, la mortificazione della vita, delle idee e infine dell'uomo".
"Andare oltre" è proprio il tema di quest'anno, per "gettare il pensiero oltre lo scontro distruttivo e mettere al centro di tutto l'uomo al di là delle sue credenze" per fare della pluralità un valore e non un pretesto per distruggere l'altro.
"Un appuntamento che conferma la missione di pace che appartiene alla nostra comunità - afferma il sindaco Dario Nardella - e grazie ad attività di associazioni come Luogo d'Incontro permette a Firenze di essere il cuore del dialogo interreligioso (è prevista per il prossimo Novembre la visita di Papa Francesco al Convegno dei Vescovi)". Cita poi lo storico sindaco di Firenze Giorgio La Pira "Unire le città per unire le nazioni. Le città permetteranno di andare oltre i confini delle nazioni, oltre i confini religiosi. Stiamo attraversando un momento storico e il tempo presente è una straordinaria occasione per lavorare per la pace e Firenze è protagonista in questo".

La manifestazione è stata inaugurata dalla video messaggio del Rabbino Capo di Gerusalemme Rav Aryeh Stern che ha sottolineato come creare momenti d'incontro tra capi religiosi sia possibile e soprattutto fondamentale per costruire la pace. E nel segno di Gerusalemme, luogo d'incontro per eccellenza dove tre religioni convivono al suo interno, continua la giornata di anteprima del Festival, che si svolgerà per l'intera giornata di Martedì 12 Maggio a Palazzo Vecchio. Alle 17 interverrà anche il Ministro degli Esteri Paolo Gentiloni cui seguirà l'intervento del Papa Copto Tawadros II intervistato dalla direttrice di RaiNews24 Monica Maggioni (l'incontro sarà visibile in diretta streaming su www.rainews.it).

Tutti gli altri incontri si svolgeranno tra Venerdì 15 e Domenica 17 Maggio e saranno distribuiti tra Palazzo Vecchio, Palazzo Strozzi, Cinema Odeon, Biblioteca delle Oblate e piazza S. Lorenzo.
Da segnalare l'intervento del Ministro dell'Istruzione Stefania Giannini con il professor Francesco Margiotta Broglio sul tema "Ora di storia delle Religioni" Venerdì 15 al Gabinetto Vieusseux.
Sempre al Gabinetto Vieusseux Sabato 16 Maggio l'Imam Yahya Pallavicini e l'Abbas Damiano di Palma si confrontano sul tema: Sunniti e Sciiti.
Di gran rilievo l'intervista di Andrea Pezzi al Maestro Ennio Morricone Domenica 17 al Cenecolo di Santa Croce (ore 17).

Novità di quest'anno è il coinvolgimento dei bambini, che leggeranno i testi sacri nell'evento di chiusura del Festival, Domenica 17 alle 21 a San Lorenzo. L'iniziativa, in collaborazione con l'associazione Culter, è la conclusione di un percorso di educazione al dialogo e all'incontro che i ragazzi hanno intrapreso all'interno delle scuole.

Il Festival delle Religioni è patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, dal Comune di Firenze, dall'Università degli Studi di Firenze e dal Gabinetto Vieusseux.

Tutti gli eventi sono gratuti, ma è consigliabile prenotare il posto sul sito del Festival. Qualora i posti fossero esauriti sarà comunque possibile partecipare rimanendo in piedi.

Per info e programma completo: www.festivaldellereligioni.it

Irene Giuffrida