Home > Webzine > ''Je suis…'', il Festival Orientoccidente dal 4 luglio al 6 agosto nel Valdarno aretino e fiorentino
lunedì 18 novembre 2019

''Je suis…'', il Festival Orientoccidente dal 4 luglio al 6 agosto nel Valdarno aretino e fiorentino

04-07-2015

Come ogni anno, per l’undicesima volta, dal 4 luglio al 6 agosto, nel Valdarno aretino e fiorentino, il Festival Orientoccidente si presenta non come una semplice rassegna di eventi, ma come un progetto culturale, multidisciplinare e musicale. Sempre con una sua “filosofia” che collega ogni appuntamento. Un Festival Sostenuto da tutti i comuni valdarnesi, dalla provincia di Arezzo, dalla Regione Toscana e da una fitta rete di collaborazioni, Orientoccidente, grazie ai suoi contenuti, alla bellezza dei luoghi in cui si svolge e al prestigio della Materiali Sonori che lo organizza, conferma il suo profilo nazionale.

“Je suis…” è il sottotitolo e il filo rosso che collega tutti gli eventi di quest’anno è il concetto di libertà: di espressione, di religlione, di critica, di movimento, come atto di affermazione della propria identità nel rispetto e nella voglia di conoscere le identità altrui. Orientoccidente 2015 racconterà le storie del mondo, attraverso le parole e la musica del mondo.

Si inizia, come è ormai tradizione, il 4 luglio nel borgo di Castelnuovo dei Sabbioni con Massimo Zamboni (CCCP, CSI) e la storia della sua famiglia narrata nel nuovo libro “L’eco di uno sparo”. Il festival continua l’8 luglio a Loro Ciuffenna con il jazz zigano di Note Noire; 10 luglio al Centro Perlamora di Figline Valdarno l’incontro con Franco Cardini e il suo libro “Il grande blu”; 12 luglio a Bucine il reading fotografico ”Grune Linie” di Giancarlo Barzagli; il 14 luglio in piazza Masaccio a San Giovanni Valdarno il ritorno della Notte della taranta con lo straordinario Canzoniere Grecanico Salentino; il 15 a Pergine Valdarno la proiezione del film “Faber in Sardegna”; 16 luglio in piazza Varchi un inedito concerto acustico di Cristiano De André; 19 luglio all’Anfiteatro di Ginestra di Montevarchi Diesis Teatrango presenta “Segni e parole di genti e paesi”; 22 luglio a San Giovanni Roberta Biagiarelli presenterà il suo monologo “A come Srebrenica”; 24 luglio a Traiana, nel comune di Terranuova Bracciolini, la Casa del Vento; 25 luglio a Reggello, in piazza Potente, il nuovo progetto di Banda Improvvisa; domenica 26, a Pulicciano il pranzo musicale di Companatica Migrante con la band Secondo Appartamento; 28 luglio ad Ambra Baro Drom Orkestar; 5 agosto in piazza Liberazione a Terranuova Bracciolini Ginevra Di Marco ed Elena leda; giovedì 6 agosto festa finale a Loro Ciuffenna con i ritmi brasiliani di Forrò Miòr.

Per ulteriori informazioni: www.orientoccidente.net - www.materialisonori.it



di Lorenzo Ciucci