Home > Webzine > Un ''Grand Tour delle identità europee'': ecco la sfida della XIII edizione di Euromeeting
venerdì 22 novembre 2019

Un ''Grand Tour delle identità europee'': ecco la sfida della XIII edizione di Euromeeting

29-09-2015
La XIII edizione di Euromeeting, in occasione di Expo 2015, si svolgerà a Milano il 29 e il 30 Settembre.
"Quest'anno- ha dichiarato l'Assessore Regionale, Stefano Ciuffo- Milano è il luogo più idoneo per la nostra iniziativa. In queste due giornate parleremo di turismo sostenibile con lo scopo di valorizzare le tipicità e i luoghi. Per un processo di evoluzione della domanda turistica, sempre più attenta alle specificità, abbiamo pensato di ideare un percorso alla ricerca di nuovi sapori e nuove esperienze".
Euromeeting è un appuntamento annuale organizzato dalla Regione Toscana in quanto capofila di NECSTouR, una rete che comprende ben trenta regioni europee unite tra loro per lo sviluppo sostenibile e competitivo del turismo. Durante il confronto, ogni anno, viene lanciata una sfida comune, una proposta che indirizzerà i lavori delle singole realtà che vi partecipano. Il tema scelto per quest'anno, in linea con la missione di Expo, sarà: "Grand Tour delle identità europee dei sapori e delle produzioni agroalimentari e enogastronomiche". L'obiettivo, come suggerisce il titolo, sarà dunque quello di ideare un ipotetico itinerario che coinvolga ogni angolo del continente e che faccia leva sulle risorse esistenti, quelle specificità che lo rendono unico; sapori, odori e piatti frutto della terra e del lavoro dell'uomo che oggi rientrano tra le principali attrattive turistiche. Nelle due giornate si andrà dunque alla ricerca di tesori nascosti e per permettere anche alle identità meno note di diventare un giorno protagoniste si partirà dai prodotti tipici, considerate come vere e proprie chiavi di lettura dei luoghi da cui prendono vita. Dal pane alle acque, dalla vite al vino, dalla cioccolata alla pasta, dalla birra ai dolci: il settore enogastronomico si racconterà in ogni sua declinazione.
La nostra Regione, capofila di Euromeeting 2015, punterà i riflettori su "Vetrina Toscana", il progetto, nato alle soglie del 2000 grazie alla collaborazione con Unioncamere, con lo scopo di mettere in piedi una rete di piccole e medie imprese che operano nel settore, una catena corta a km zero che accoglie al suo interno, ristoranti, alimentari, e produttori. Tutto parte dunque dalla volontà di promuovere non solo i prodotti tipici ma anche le aziende che sono diventate con il tempo le testimonial delle tradizioni e dei paesaggi da cui provengono. Ad Expo "Vetrina Toscana"salirà dunque in cattedra come modello da seguire per proporre percorsi turistici che abbinano la cultura all'enogastronomi e per farlo si avvarrà delle doti culinarie di quattro chef: Silvia Baracchi, Katia Maccari, Vito Mollica e Valeria Piccini. Il loro compito sarà quello di offrire un assaggio di Toscana.
Tutto inizierà martedì 29 settembre al Palazzo delle Stelline a Milano alle 15.00 con gli interventi dei membri del comitato accademico di NECSTouR, poi la parola passerà a Paolo Bongini, che in qualità di presidente presenterà il Memorandum dedicato al "Turismo sostenibile per la valorizzazione del cibo e delle identità europee, il contibuto delle Regioni". Mercoledì 30, Euromeeting si sposterà al Padiglione UE di Expo per le sessioni tematiche e l'illustrazione delle "buone pratiche".
Un'opportunità gratuita e aperta a tutti, previa registrazione, per ascoltare proposte e idee che nascono, come conclude l'assessore Ciuffo "con lo scopo di dare a quella Toscana meno nota, la possibilità di essere scoperta". Una due giorni per guardare al futuro e per aprire le porte a tutti i territori, soprattutto a quelli che ancora gelosamente custodiscono saperi, sapori e tradizioni sconosciute al grande pubblico.

Per informazioni: www.regione.toscana.it 

Martina Viviani