Home > Webzine > La Stazione di Santa Maria Novella festeggia 80 anni con un programma di eventi
venerdì 15 novembre 2019

La Stazione di Santa Maria Novella festeggia 80 anni con un programma di eventi

30-10-2015
Compie 80 anni un capolavoro architettonico di Firenze, vero e proprio vanto per la città che dal 1935 è luogo di incontri e passaggi, spazio urbano che accoglie viaggiatori e storie: stiamo parlando della Stazione di Santa Maria Novella che venerdì 30 ottobre festeggerà l'ottantesimo anniversario dell'inaugurazione del Fabbricato viaggiatori avvenuto nello stesso giorno del 1935, felice risultato di un concorso nazionale vinto dal "Gruppo Toscano" guidato da Giovanni Michelucci.

A presentare la giornata di festeggiamenti sono stati il consigliere per la Cultura del Comune Tommaso Sacchi, il presidente della Fondazione Michelucci Giancarlo Paba, il direttore tecnico di Grandi Stazioni Susanna Bernardini e il presidente della Fondazione Architetti Firenze Tommaso Rossi Fioravanti.
Vera e propria "porta della città", come sottolineato da Tommaso Sacchi, la Stazione di Santa Maria Novella è considerata una perla del patrimonio architettonico del Novecento italiano, capace da sempre di dialogare con il tessuto urbano circostante e con le persone che la attraversano. L'inaugurazione del Fabbricato viaggiatori ha rappresentato infatti qualcosa di significativo per la città e non solo, come affermato da Giancarlo Paba: "Fu una rottura con il concetto stesso di stazione: pur rimanendo una grande architettura, è diventato un dispositivo urbano". Un luogo dal profondo impatto sul territorio, dal momento che, come ricordato da Tommaso Rossi Fioravanti, "è stato l'ultimo edificio architettonico ad aver modificato la fisionomia di Firenze".
La città non poteva, quindi, non dedicarle una giornata di festa, proponendo un programma di eventi che valorizzerà il ruolo di Santa Maria Novella a livello sociale, culturale e urbano; nel corso della giornata si andrà dai momenti di parola a performance artistiche, passando per mostre e iniziative in altri importanti luoghi fiorentini per approfondire meglio la conoscenza della stazione.

Ad aprire la giornata di venerdì 30 ottobre, alle ore 16.00 e fino alle 18.00, sarà la compagnia Kinkaleri che negli spazi della stazione metterà in scena la perfomance site specific dal titolo "Talk to You | All!": noti per lavorare sul rapporto tra corpo e spazio urbano, i Kinkaleri proporranno un lavoro centrato sulle parole chiave di "apertura" e "incontro", dove quattro performer incroceranno un pubblico passeggero, dando vita ad una relazione non verbale, ma dettata da un codice gestuale che trasforma le lettere dell'alfabeto in azioni, le parole in movimenti coreografici.
Alle ore 17.00 si terrà la conferenza "La stazione di Firenze Santa Maria Novella" presso la Palazzina Reale a fianco della Stazione e da aprile tornata a nuova vita diventanto anche sede dell'Ordine e della Fondazione degli Architetti fiorentini: la conferenza sarà dedicata al valore architettonico e sociale della stazione e sarà tenuta da due relatori di grande rilievo come Claudia Conforti, docente di storia dell'architettura presso l'Università degli Studi di Roma Tor Vergata e Francesco Dal Co, docente di storia dell'architettura presso lo IUAV. 
Tornando agli spazi di Santa Maria Novella, alle ore 18.30 nell'ex galleria degli orari del Salone biglietti sarà inaugurata una mostra permanente dal titolo "La stazione Firenze Santa Maria Novella. Da ottant'anni la porta della città" che ripercorrerà la storia della stazione attraverso alcuni nuclei tematici. Oltre a questa mostra permanente, ne sarà allestita una temporanea nella nuova galleria commerciale che proporrà una serie di immagini storiche di grande e medio formato.
Come anticipato prima, ad affiancare gli eventi centrali negli spazi della stazione ci saranno interessanti iniziative organizzate da tre importanti istituzioni culturali fiorentine dove il pubblico potrà integrare la conoscenza di Santa Maria Novella attraverso opere e documenti conservati.
Il Museo Novecento, il giorno 14 dicembre, proporrà una visita guidata creata ad hoc per l'anniversario: "La via toscana alla modernitò: la Firenze degli anni Trenta" sarà un viaggio attraverso le opere d'arte che registrano il clima culturale e artistico degli anni Trenta.
L'Archivio Storico del Comune collocherà nelle bacheche presso la Biblioteca delle Oblate una selezione di documenti intorno al tema "La Stazione in Rassegna", con in mostra alcuni volumi de "Il Firenze" che negli anni Trenta era l'organo ufficiale di informazione delle attività dell'amministrazione comunale.
La Biblioteca Nazionale Centrale, infine, proporrà una selezione di documenti sul tema "Due inaugurazioni per la città: la Biblioteca Nazionale e la stazione Firenze SMN", per ricordare quel 30 ottobre 1935 che vide nascere in contemporanea le due diverse strutture architettoniche fiorentine.

Per maggiori info: www.architetturatoscana.it

di Alessandra Toni