Home > Webzine > La Fiorentina espugna Verona e riprende la marcia
mercoledì 25 novembre 2020

La Fiorentina espugna Verona e riprende la marcia

29-10-2015
Ritorna al successo la Fiorentina di Paulo Sousa: nel turno infrasettimanale del campionato, valevole per la decima giornata, comodo 2-0 viola sul campo dell'Hellas Verona.

Unico obiettivo dei gigliati, nella trasferta veneta, è la vittoria; ad attenderli una squadra in piena emergenza, ultima in classifica e con molti titolari in infermeria, compresi gli ex Toni e Pazzini. Nei viola gioca come annunciato Rossi fin dall'inizio, rientra pure il capitano Pasqual; il Verona non può offrire molto, se non agonismo (a volte pure troppo), non si contano i falli e i contrasti al limite della sanzione.
Le azioni ospiti nascono al solito dai piedi del trio Borja-Vecino-Ilicic, e la fascia privilegiata per i cross è quella sinistra con Pasqual; dal nazionale azzurro nascono le due situazioni più pericolose, intorno a metà tempo. Il primo traversone manda in tilt il giovane portiere veronese Gollini, ma Kalinic non ne approfitta e spara a lato; pochi secondi più tardi pasticcio bis, il croato della Fiorentina si fionda sulla sfera che carambola addosso al gialloblu Marquez: è l'autogol dell'uno a zero ospite. L'Hellas si fa pericoloso con Jankovic, ma Tatarusanu non si fa sorprendere; poco altro fino all'intervallo.

Nella ripresa, tra calcioni e corse senza idee, i viola chiudono i discorsi: Kalinic lancia il contropiede, Rossi si incunea nelle larghe maglie gialloblu e piazza un invitante pallone in mezzo all'area, dove accorre il croato che deposita comodamente in rete; per Kalinic è il sesto centro in campionato. Poco dopo Rossi esce tra gli applausi del pubblico veronese: Pepito, un po' difficoltà per il campo pesante e per le "attenzioni" dei difensori di casa, un'ora di utile rodaggio impreziosita dall'assist per il raddoppio. Il Verona senza attaccanti non riesce a rendersi mai pericoloso, i viola cercano di risparmiare energie preziose in vista dei prossimi impegni, "passeggiando" fino al triplice fischio.

Vittoria doveva essere e vittoria è stata; i gigliati ritrovano i tre punti e restano nel gruppetto con Napoli e Inter a quota 21, meno due dalla vetta occupata dalla Roma; al prossimo turno il calendario prevede Fiorentina-Frosinone e Inter-Roma: lo scudetto non sarà l'obiettivo stagionale, ma un'altra domenica lassù non sarebbe poi così male...

Leonardo Signoria