Città di Firenze
Home > Webzine > Con ''Caro Amore'' il regista Domenico Costanzo racconta la Sla
sabato 13 aprile 2024

Con ''Caro Amore'' il regista Domenico Costanzo racconta la Sla

13-11-2015
"La sensibilità verso questa malattia è molto cresciuta, sia nella società sia nelle istituzioni. A livello nazionale occorre, però, concentrarsi sulla ricerca, che non può svilupparsi adeguatamente senza finanziamenti pubblici. A livello locale la Regione Toscana sta mettendo a punto interventi sempre più mirati. C'è infine un sostegno diretto che deve essere garantito alle associazioni che fanno assistenza ai malati ed ai loro familiari. Su quest’ultimo aspetto le porte del Consiglio regionale sono sempre aperte". Lo ha sottolineato, mercoledì 11 novembre, il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani, nell'auditorium di palazzo Panciatichi, dove l'Associazione italiana sclerosi laterale amiotrofica, sezione di Firenze, ha dato vita a una tavola rotonda. Tra testimonianze dirette di medici, familiari ed ammalati, l'associazione ha deciso di raccontare al pubblico le difficoltà e le emozioni della vita quotidiana attraverso il mezzo cinematografico. Così nasce il nuovo video di Domenico Costanzo dal titolo "Caro Amore". "L'amore – ha commentato il regista e sceneggiatore – è qualcosa che la Sla non può cancellare".
Un lavoro durato tutta l'estate, incontrando direttamente ammalati e famiglie per cogliere dai loro gesti quotidiani la chiave giusta per raccontare questa realtà drammatica e dolorosa a tutti. Un obiettivo raggiunto con poetica e fascino per puntare i riflettori sulle difficoltà che la vita di ogni giorno impone alle persone affette da Sla, al valore della famiglia, all'importanza dei volontari che si prendono cura di loro.
Persone comuni, vicini di casa in difficoltà escono allo scoperto per chiedere aiuto e nuovi finanziamenti e per farlo scrivono una lettera che inizia con "Caro Amore" e finisce poi per colpire i cuori di tutti...

Per maggiori informazioni: www.aislafirenze.it 

M.V.