Home > Webzine > ''Muoversi in Toscana'': le novità della App dedicata ai pendolari regionali
domenica 17 novembre 2019

''Muoversi in Toscana'': le novità della App dedicata ai pendolari regionali

19-11-2015
Essere aggiornati in tempo reale sul ritardo del proprio treno, seguire la marcia del mezzo che dobbiamo prendere, segnalare un disagio alla Regione: tutto questo in un solo strumento, "Muoversi in Toscana", la App varata nel dicembre 2014 per semplificare la vita quotidiana dei pendolari e che ad oggi conta circa 1.500 utenti.

A un anno di distanza dal suo lancio, sia su sistema Android che iOS, "Muoversi in Toscana" tira le somme e si prepara a un salto di qualità: a Palazzo Strozzi Sacrati, sede della presidenza della Regione Toscana, è stato infatti presentato l'upgrade dell'applicazione che da oggi risulterà rinnovata. Più semplice, intuitiva, interattiva. Per usare un anglicismo, più "friendly".

Come funziona "Muoversi in Toscana" e quali sono i punti di forza dopo l'upgrade?
La app fornisce in tempo reale tutte le informazioni utili all'utente per pianificare il proprio viaggio su treni, bus urbani ed extraurbani o traghetti: queste informazioni vengono attinte direttamente dalle banche dati delle aziende che gestiscono i servizi di trasporto pubblico locale, costituendo così un caso unico in Italia, come sottolineato dall'assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli nel corso della presentazione.
In poche parole, la app consente di conoscere in tempo reale la posizione dei mezzi pubblici che stiamo aspettando (per gli autobus, al momento, è possibile solo nella città di Firenze), gli eventuali disagi che riguardano la tratta di nostro interesse e suggerimenti su possibili alternative, ma anche i motivi per i quali il treno su cui stiamo viaggiando sia fermo o in ritardo.

Il flusso di informazione, però, sarà a doppio flusso e renderà "Muoversi in Toscana" un vero e proprio strumento di dialogo con la Regione: grazie alla nuova sezione "Segnalazioni", infatti, l'utente potrà comunicare un disagio attraverso domande, commenti e foto che poi saranno trasmesse alle aziende di servizio e agli amministratori regionali. Tutte le segnalazioni riceveranno una risposta, nei tempi necessari, sull'indirizzo mail collegato al profilo; questa è infatti l'unica sezione della app alla quale è possibile accedere solo con un'autenticazione, loggandosi tramite il proprio profilo Google o Facebook (nella vecchia versione, invece, l'identificazione era necessaria per l'intera app).

Molto più semplice l'interfaccia dell'applicazione, che va a risolvere i problemi evidenziati dagli utenti nel corso del primo anno di "Muoversi in Toscana", ovvero la difficoltà nell'utilizzo di alcune funzioni e l'interfaccia poco intuitiva.
Nella schermata Home troveremo subito tre bottoni: il già citato Segnalazioni, Preferiti e Pianifica un viaggio.
Cliccando su Preferiti, dovremo prima scegliere il servizio pubblico di nostro interesse e poi procedere nella selezione delle linee, delle fermate, dei porti e delle stazioni sulle quali vogliamo ricevere informazioni sempre aggiornate. L'utilità di questa funzione è subito chiara: l'utente, infatti, riceverà notifiche automatiche riguardo il mezzo che prende abitualmente, a partire da venti minuti prima dell'inizio del viaggio, così da avere costanti aggiornamenti sulla sua posizione o su eventuali ritardi.
La voce Pianifica un viaggio consente invece di trovare i possibili collegamenti tramite mezzi pubblici, con corse dirette o scambi, fornendo un indirizzo di partenza e uno di arrivo.

La app consente inoltre, attraverso un banner presente sulla Home, di accedere al portale della mobilità "Muoversi in Toscana" e di visualizzare altri servizi di interesse come il Tg mobilità che ogni mezz'ora fornisce informazioni sulla viabilità e allo speciale "Pendolari in treno" che raccoglie aggiornamenti utili sul traffico ferroviario. Una strategia dell'informazione ricca e articolata, quella messa a disposizione dalla Regione Toscana e che, come ha sottolineato l'assessore Ceccarelli, "si rafforza ancora di più grazie all'implementazione della App".

"Muoversi in Toscana" è già scaricabile sia su Android che su iOS ed è gratuita.
Per gli utenti che già avevano scaricato la vecchia versione, l'aggiornamento sarà automatico.

Per maggiori info: www.regione.toscana.it/speciali/muoversi-in-toscana 

di Alessandra Toni