Home > Webzine > ''Dire e Fare 2015'', incontri e tavoli di lavoro sul tema della Scuola all'Educatorio il Fuligno
domenica 17 novembre 2019

''Dire e Fare 2015'', incontri e tavoli di lavoro sul tema della Scuola all'Educatorio il Fuligno

09-12-2015
Mercoledì 9 Dicembre 2015, dalle ore 9.30 alle 16.00, presso l'Educatorio il Fuligno di Firenze (Via Faenza, 48) è in programma l'ultimo appuntamento dell'iniziativa "Dire e Fare 2015" che vedrà affrontare, su più fronti, il tema della Scuola.

Questo è un anno ricco e complesso per il mondo della scuola, è l’anno dell’attuazione della riforma “La Buona Scuola”. Si sta discutendo molto sui temi principali che riguardano un servizio fondamentale per il Paese e per i cittadini: e dunque non solo le nuove assunzioni ma anche l’offerta formativa, la formazione, l’innovazione, il sistema 0-6 anni, l’inclusione e la dispersione scolastica, l’edilizia. In questa cornice l’obiettivo è quello di focalizzare, discutere e valorizzare il ruolo degli Enti Locali nelle Politiche scolastiche attraverso un percorso che riunisca idee, esperienze e progetti. Uno degli aspetti centrali della riforma è proprio quello di dar vita ad un rapporto nuovo tra Istituzioni Scolastiche e Territorio: da questa giornata potranno scaturire indicazioni preziose per rendere concreto e fruttuoso questo intento.

Per una migliore organizzazione è possibile compilare il modulo d'iscrizione entro il prossimo 4 dicembre:
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-direefarescuola-19572413616?ref=ecount

PROGRAMMA

ore 9.00 Registrazione partecipanti

ore 9.30 - 13.00
Seduta plenaria
Apertura e saluti
Matteo Biffoni Presidente Anci Toscana, Sindaco di Prato

ore 10.00
Il quadro nazionale e regionale: una buona scuola è una
scuola inclusiva
Raffaella Biagioli Professore Associato di Pedagogia Generale e Sociale
Università di Firenze

ore 10.30 CONTRIBUTI/IDEE A CONFRONTO
Cinque tavoli tematici di approfondimento. Un modello partecipativo
di discussione. Un confronto tra amministratori, tecnici e studiosi sulle
esperienze condotte e sulle prospettive di intervento. Ad ogni tavolo sarà
presente un relatore che introdurrà l’argomento, un facilitatore che aiuterà
a rendere attiva e partecipata la discussione e un coordinatore che aiuterà
nella produzione del documento di sintesi da presentare in plenaria.

TAVOLO 1
La prospettiva 0-6: il ruolo delle istituzioni per un modello integrato
Il nuovo sistema di integrazione fra servizi educativi e scuole dell’infanzia,
considerando compiti e competenze di Comuni, Regione, Stato, terzo
settore, scuole private e paritarie; l’operatività e il sostegno finanziario allo
0-6; le potenzialità delle carte territoriali zonali dei servizi educativi 0-6.

Introduce
Sara Mele Responsabile settore Infanzia Regione Toscana
Coordina
Stella Sorgente Vicesindaco del Comune di Livorno

TAVOLO 2
Innovazione e Edilizia scolastica
Il rapporto fra nuove tecnologie e il mondo della scuola: gli investimenti
pubblici, sia strutturali che immateriali; le sinergie fra pubblico e privato
per il sistema scolastico; l’innovazione come strumento di educazione e
formazione.

Introduce
Maria Chiara Montomoli Regione Toscana
Coordina
Maria Luisa Chiofalo Assessore del Comune di Pisa

TAVOLO 3
Istruzione e formazione
I percorsi scolastici e i processi di formazione professionale; il ruolo dei Comuni
e il rapporto con i territori; l’esperienza degli Istituti Tecnici Superiori: scuole
di specializzazione tecnologica e modelli integrati di istruzione e formazione.

Introduce
Gabriele Grondoni Responsabile Settore Formazione Regione Toscana
Coordina
Ilaria Maria Vietina Vicesindaco del Comune di Lucca

TAVOLO 4
Il welfare scolastico: quali politiche per il contrasto dell’abbandono?
Il ruolo della progettazione educativa zonale quale strumento per fare
sistema contro la dispersione: la Regione, gli Enti Locali e le scuole. Le
indagini dell’Osservatorio Scolastico come fonte per analisi qualitative e
quantitative e come stimolo per la progettazione in contrasto ai fenomeni di
abbandono e dispersione. Le strategie di inclusione e di integrazione rivolte
ad alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, i progetti indirizzati
ai minori stranieri non accompagnati.

Introduce
Rino Picchi Osservatorio Scolastico Provinciale di Pisa
Coordina
Donatella Fantozzi Assessore del Comune di Collesalvetti,
Responsabile Scuola Anci Toscana

TAVOLO 5
Quale governance per una “buona scuola”?
Il Piano Triennale dell’Offerta Formativa nella nuova legge; la promozione
“dell’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di
genere e di tutte le discriminazioni”(comma 16 l.107/15). Il sistema toscano
per l’istruzione e l’educazione: il ruolo delle conferenze zonali come ambito
ottimale della programmazione. Il nuovo assetto territoriale alla luce del
riordino istituzionale. La governance toscana un modello?

Introduce
Alessandra Papa Ufficio Scolastico Regionale
Coordina
Marina Baretta Assessore del Comune di Tavarnelle Val di Pesa

ore 13.30 pranzo

ore 14.00 - 16.00
Seduta plenaria

ore 14.00 Restituzione delle sintesi dei Tavoli a cura dei Coordinatori

Ne discutiamo con
Cristina Giachi Vicesindaco di Firenze, Presidente Commissione Istruzione ANCI
Cristina Grieco Assessore Regione Toscana
Marco Campione Capo della Segreteria dell’On. Davide Faraone,
Sottosegretario al Miur
Domenico Petruzzo Direttore Ufficio Scolastico Regionale

Per ulteriori informazioni: www.dire-fare.eu - www.ancitoscana.it

di Mario Santo Privitera