Home > Webzine > La Toscana in cammino per il Giubileo: tutte le iniziative per i pellegrini
sabato 31 ottobre 2020

La Toscana in cammino per il Giubileo: tutte le iniziative per i pellegrini

18-12-2015
Il Giubileo per la Toscana è l’occasione per affermare una dimensione più umana di vivere i territori. Sono ciò che abbiamo da offrire al mondo, e sarebbe colpevole da parte di noi amministratori non valorizzarli in occasioni importanti come questa”. È quanto ha dichiarato l’assessore regionale al Turismo Stefano Ciuoffo durante la presentazione dei servizi a sostegno dei tanti pellegrini e turisti che, sulla strada per il Vaticano, sceglieranno di attraversare le campagne e le colline toscane.
All’interno del portale ufficiale del turismo della Regione è stata allestita una sezione tematica interamente dedicata all’Anno Santo, un ambiente web in lingua italiana e inglese ricco di contenuti e informazioni di servizio. Sono presenti i luoghi delle 43 Porte Sante (santuari, pievi, chiese), gli itinerari religiosi che toccano tutte le Diocesi toscane, schede informative, immagini e mappe digitali di facile lettura che permetteranno a pellegrini e viaggiatori di orientarsi tra i percorsi della Fede. E, in una mai scontata prospettiva turistica, non mancano i riferimenti a eventi collegati ai territori, strutture ricettive e offerte di soggiorno.

La Toscana – ha aggiunto Ciuoffo – ha la fortuna di essere pronta a questo avvenimento, grazie al lavoro compiuto per rendere fruibile in sicurezza il tratto della Via Francigena che l’attraversa. Il Giubileo ne rappresenta la prima vera legittimazione, con tutto il suo patrimonio fatto di paesaggi mozzafiato, di meraviglie artistiche e culturali”.
In tempi non sospetti, infatti, la Regione ha fatto investimenti importanti per la riqualificazione dei 370 km toscani della Via Francigena – la strada principale per raggiungere Roma dal nord Europa – con un obiettivo preciso: riscoprire i piccoli luoghi della fede e i cammini che vi conducono, valorizzarne il patrimonio artistico - culturale e promuovere il turismo lento di cui sono meta. Lungo il percorso sono ora presenti oltre 1200 strutture ricettive, prevalentemente extralberghiere, tra aree di sosta attrezzate, punti di approvvigionamento di acqua potabile e servizi dedicati, oltre a una rete WiFi.
I territori attraversati dalla via Francigena, che incrocia a San Miniato (PI) l’altra grande arteria della fede, la Romea Strata, restano di solito al di fuori dei circuiti turistici tradizionali, pur possedendo un ricco patrimonio storico – artistico. Il loro attraversamento da parte dei pellegrini diretti a Roma rappresenta allora un’irrinunciabile opportunità per riscoprirne le bellezze, esaltandone il siginificato spirituale ma anche il valore turistico.

Per tutte le informazioni: www.turismo.intoscana.it/site/it/giubileo

di Francesca Ghezzi