Home > Webzine > ''Trisome Games'': le Olimpiadi dedicate ad atleti con Sindrome di Down a Firenze
lunedì 18 novembre 2019

''Trisome Games'': le Olimpiadi dedicate ad atleti con Sindrome di Down a Firenze

08-01-2016
Firenze ospiterà la prima edizione di Trisome Games, la competizione dedicata agli atleti affetti da sindrome di Down.
Ad annunciarlo, durante la conferenza stampa venerdì 8 gennaio, sono stati, Stefania Saccardi, assessore al welfare e allo sport della Regione Toscana, Andrea Vannucci, assessore alle politiche giovanili e allo sport del Comune di Firenze,
Sara Funaro, assessore al Welfare del Comune, Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico, Alessio Focardi, presidente Col del Trisome Games Firenze 2016 e Marco Borzacchini, presidente nazionale del Fisdir che ha dichiarato: "Dietro la parola Trisome Games, ci sono tutti gli atleti affetti da sindrome di Down, atleti che per molti anni sono stati considerati atleti di serie b. Oggi quì si racconta un fatto di importanza culturale; si riconosce a questi ragazzi tutte le loro capacità. Si tratta di un salto culturale che si muoverà con naturalezza avvalendosi solamente di tre adattamenti. Lo sport, inteso come valore sociale, può dare ai ragazzi con sindrome di down la possibilità di trovare il loro posto nella società".
A scegliere la nostra Città, dopo un recente sopralluogo presso le diverse strutture, è stata la Su-Ds (Sport Union for athletes with Down Syndrome) l'organismo internazionale che sovraintende lo sport per atleti con sindrome di Down. Il Capoluogo Toscano, dal 15 al 22 luglio 2016, farà dunque da sfondo ad una manifestazione d'importanza mondiale, capace di unire la passione e l'agonismo per dar vita ad uno spettacolo dalla forte connotazione sociale. Ne saranno protagonisti atleti e tecnici provenienti da ogni parte del Mondo; gli organizzatori hanno infatti rivelato che saranno oltre 900 i protagonisti che arriveranno in Città per rappresentare 34 Nazioni e ben 5 continenti.
Questi si cimenteranno in ben 9 discipline sportive quali l'atletica leggera, il nuoto, il nuoto sincronizzato, la ginnastica artistica e quella ritmica, il futsal, il judo, il tennis normale e quello da tavolo. Ogni disciplina avrà la propria roccaforte dallo Stadio Luigi Ridolfi, alla Piscina Costoli, passando per la Palestra di Sorgane, la Palestra Generale Barbasetti e l' Affrico, ma questa che si preannuncia già come una grande festa dello sport, avrà come cuore nevralgico il Trisome Village. Un punto di incontro che sarà allestito nell'area della Firenze Marathon, nei pressi dello Stadio Ridolfi a Campo di Marte, per permettere ai partecipanti, agli accompagnatori ed ai cittadini di vivere momenti di confronto e condivisione sportiva e sociale.
Madrina speciale dell'evento sarà Nicole Orlando, la campionessa che a soli 22 anni ha saputo conquistare il cuore di tutti e moltissimi riconoscimenti: nello specifico quattro medaglie d'oro, un record del mondo e un argento.
Le gesta di questi atleti, partiranno da Firenze per conquistare tutto il Mondo e contribuire alla diffusione di una cultura paraolimpica; questo nobile obiettivo di fatto sarà affiancato dalla voglia di sfidare i popri limiti, di abbattere le barriere sociali, di promuovere la pratica sportiva, ma soprattutto quella di aggiudicarsi una medaglia.
Per raggiungere tali mete, durante le giornate delle Olimpiadi, la Città sarà teatro di un importante convegno medico scientifico a cui interverranno specialisti di fama internazionale per spiegare l'importanza dell'attività fisica, in particolare per i soggetti affetti da sindrome di Down, ed interpretare lo sport come valore sociale.
"Lo sport ancora una volta si conferma veicolo di inclusione sociale- ha ricordato Sara Funaro- veicolo capace di rompere le barriere dei pregiudizi. Ecco proprio atraverso lo sport si scoprono le capacità di questi ragazzi e possiamo portare avanti programmi di concreta inclusione sociale".
I Trisome Games saranno organizzati dal Comitato Organizzatore Locale presieduto da Alessio Focardi, con il sostegno del Coni, della Regione Toscana, del Comune e della Città Metropolitana di Firenze, della FISDIR (Federazione Italiana Sport Disabilità Intellettiva Relazionale), del Firenze Convention Bureau e del CRID, che si occuperanno di tutti gli aspetti, logistici e non, legati all'evento.
"Mancano esattamente 189 giorni, circa 6 mesi, a un evento multidisciplinare che Firenze non ha mai vissuto- ha dichiarato Andrea Vannucci- Un evento complesso che animerà, attraverso cinque impianti la Città. Ci permetterà di avere una vera e propria Città dello sport, nella Città, a Campo di Marte. Una prima volta di un evento mondiale, di un Olimpiade che è la massima espressione per tutti gli atleti, anche per gli atleti affetti da sidrome di Down. Mi piace pensare che si realizzerà a luglio il sogno olimpionico di Firenze e sono sicuro che la Città risponderà con entusiasmo a questa iniziativa".

Per informazioni: www.trisomegames2016.org 

di Martina Viviani