Home > Webzine > XVIII edizione del ''Pegaso per lo sport''
sabato 16 novembre 2019

XVIII edizione del ''Pegaso per lo sport''

29-02-2016

Ha preso il via venerdì 26 febbraio, la XVIII edizione del "Pegaso per lo sport", l'evento organizzato dalla Regione Toscana, al termine del quale verrà assegnato un premio agli atleti toscani che si sono messi in maggior luce durante l'anno per i risultati sportivi, etica e fair play, sia a livello nazionale che internazionale.
Come ormai accade da 15 anni, è il Gruppo toscano giornalisti sportivi dell'Ussi a stilare la rosa degli atleti che si contenderanno il titolo di "sportivo toscano dell'anno". La rosa iniziale, 13 atleti e 3 squadre, sarà successivamente ridotta a 3 nominativi, fra i quali il presidente della regione Toscana Enrico Rossi sceglierà il vincitore. La cerimonia di premiazione si svolgerà, lunedì 7 marzo dalle ore 16, allo Spazio Reale di Campi Bisenzio (via san Donnino, 4/6).

"Un appuntamento importante e che ci sta molto a cuore – ha detto l'assessore a sport, welfare e dritto alla salute Stefania Saccardi perché dà visibilità e valorizza l'eccellenza della Toscana dello sport e del fair play". Obiettivo principale dell'evento è infatti sia rappresentare le eccellenze dello sport toscano, sia esaltare lo spirito dello sport e i suoi valori positivi, come il fair play, la solidarietà, l'integrazione e il gioco di squadra. Nel corso della premiazione, saranno infatti assegnati anche due premi per il fair play dimostrato, a due squadre che hanno abbandonato una partita per stare accanto ad un loro compagno che si era infortunato.
"Un'eccellenza – ha continuato l'assessore - che riguarda anche le discipline accessibili ad atleti con disabilità, settore a cui la Regione Toscana è particolarmente attenta". Tra i candidati al premio possiamo trovare infatti atleti come Caselli Fabrizio (Canottieri Firenze, paracanottaggio), campione d'Italia nel singolo e qualificato per i giochi paralimpici di rio 2016; Capocci Giulia (Nazionale di tennis in carrozzina); Priami Daniel (portiere della Nazionale italiana amputati); e squadre come la Fiorentina BXC (baseball per ciechi), campione d'Italia e vincitrice della Coppa Italia 2015 di baseball per ciechi.
La Regione Toscana, insieme al Comitato regionale Toscana del Coni, il Comune e la Città Metropolitana di Firenze, saranno i promotori anche di un'altra importante iniziativa che riguarderà persone diversamente abili, i "Trisome Games 2016": la prima olimpiade mondiale dedicata ad atleti con sindrome di Down che si terrà a Firenze dal 15 al 22 Luglio 2016.

L'edizione di quest'anno giunge in un anno particolare per la città di Firenze: sono passati infatti 60 anni dal primo storico scudetto della Fiorentina (1955/56), e l'assessore Saccardi ha annunciato per l'occasione la Regione Toscana assegnerà un riconoscimento speciale alla ACF Fiorentina, che il giorno della premiazione allo Spazio Reale, sarà rappresentata dai calciatori protagonisti di quello storico traguardo. 

La rosa dei 16 atleti candidati:
Alloh Audrey (Firenze Marathon, atletica), Ivoriana vive a Firenze dal 1998 ed è campionessa italiana 60 metri indoor per il quarto anno consecutivo.
Batini Martina (Pisa, scherma), Medaglia d’oro ai mondiali fioretto a squadre.
Berti Cristina (Colle Val d’Elsa, pattinaggio a rotelle), Medaglia d’argento ai Mondiali e campionessa italiana.
Bonaccorsi Costanza (Firenze, canoa), Campionessa europea e mondiale assoluta nella discesa.
Capocci Giulia (Terranova Bracciolini, Arezzo), Nazionale tennis in carrozzina.
Caselli Fabrizio (Canottieri Firenze, paracanottaggio), Campione d’Italia nel singolo e qualificato ai Giochi paralimpici di Rio 2016.
Cornamusini Alessio (Castelfiorentino), Campione mondiale e vincitore della coppa Italia di arrampicata sportiva.
Lontano Camilla (Livorno, penthatlon moderno), Campionessa europea.
Pagnini Marta (Prato, ginnastica ritmica), Campionessa mondiale a squadre.
Priami Daniel (Livorno, calcio), Portiere della nazionale italiana amputati.
Stecchi Claudio Michel (Bagno a Ripoli, atletica), Campione italiano di salto con l’asta.
Tabani Chiara (Prato, pallanuoto), Medaglia di bronzo ai mondiali.
Volpi Fabio (Carrara, tiro a segno), Campione italiano nella specialità arma libera 3 posizioni.

Le 3 squadre:
Fiorentina BXC (Baseball per ciechi), Campione d’Italia e vincitrice della Coppa Italia 2015.
Hockey Forte Dei Marmi (Hockey su pista), Campioni d’Italia.
Tennis Club Italia Forte Dei Marmi (Tennis), Campione d’Italia a squadre maschile A1.

La prima edizione del premio si tenne nel 1996, nella quale vennero premiati gli atleti toscani che avevano vinto medaglie alle Olimpiadi e alle Paralimpiadi di Atlanta '96, tra i quali figurava il ginnasta di Prato Yuri Chechi, vincitore della medaglia d'oro agli anelli. Sono molti i nomi di grandi atleti toscani, del passato e del presente, che sono stati premiati nel corso delle varie edizioni, tra i quali: Franco Ballerini, ex ct della Nazionale azzurra di ciclismo  e morto tragicamente in un incidente automobilistico durante una gara di rally nel 2010, Aldo Montano, olimpionico nella sciabola ad Atene 2004, Cristiano Lucarelli, ex bomber del Livorno, ed Elena Gigli, portiere del Setterosa e olimpionica ad Atene 2004.
Nell'edizione dell'anno scorso il premio è stato assegnato all'Azzurra San Casciano Volley, vincitrice della Coppa Italia di serie A2 nel 2014 e promossa in A1 al termine di una stagione esaltante. Secondi ex aequo sono giunti l'atleta paralimpico campione della canoa Pieralberto Buccoliero e la coppia campione della vela Ettore Botticini e Lorenzo Gennari.