Home > Webzine > Banco Alimentare della Toscana: le iniziative di maggio
mercoledì 13 novembre 2019

Banco Alimentare della Toscana: le iniziative di maggio

11-05-2016

Il mese di maggio è ricco di tantissime iniziative per il Banco Alimentare della Toscana, iniziative che danno aiuti e sostegni concreti all’impegno quotidiano del Banco per recuperare cibo e garantire pasti completi alle oltre 94mila persone che risultano assistite nelle 552 strutture caritative convenzionate.

Si è cominciato lo scorso fine settimana con Inside Out, l’iniziativa promossa da Mercafir che ha portato migliaia di visitatori a scoprire la struttura di Novoli, visitatori che hanno avuto modo di scambiare due chiacchiere anche con i volontari del Banco Alimentare, presenti in tutte e tre le giornate. “Mi ha colpito davvero la grande partecipazione della cittadinanza – ha commentato Leonardo Carrai, presidente del Banco Alimentare della Toscana e la sensazione è stata davvero che tante famiglie non aspettassero altro che poter tornare a vivere questa area. Un’area che potrebbe diventare un luogo di aggregazione e convivialità straordinaria: noi del Banco – prosegue Carrai – ci trasferiremo a giugno proprio all’interno di Mercafir e faremo la nostra parte per tenere un profilo alto di legalità e di aiuto alla marginalità di tante famiglie che anche in quel quartiere necessitano di sostegno alimentare”.

E per chi invece vuole dare il proprio contributo al Banco, oltre al 5x1000, può farlo divertendosi o…correndo. Correndo con la nuova edizione di “Scatta alle Cascine” in programma il 29 maggio con gli amici dei Lions, divertendosi invece, venerdì 13, alle 21.00 al Teatro Le Laudi (via Da Vinci 2/r a Firenze) con lo spettacolo “In alto mare”. A portarlo in scena la compagnia Il Teatro di BurBek per una iniziativa promossa dal Lions Club Firenze Bargello e dal Lions Club Firenze Arnolfo Di Cambio. Il ricavato della serata andrà a sostegno delle iniziative e dei progetti del Banco Alimentare. Tre naufraghi su un’ipotetica zattera: il piccolo, il grosso e il medio. La mancanza di viveri. La sopravvivenza ma anche la condivisione. Uno spettacolo originale e intenso davvero da non perdere, non solo per la possibilità di dare il proprio contributo al Banco.  

Info: www.bancoalimentare.it/it/toscana