Home > Webzine > Incanto dei Talenti: serata di beneficenza per il ''Progetto Itaca'' alle Serre Torrigiani
sabato 14 dicembre 2019

Incanto dei Talenti: serata di beneficenza per il ''Progetto Itaca'' alle Serre Torrigiani

18-05-2016

Un weekend sul lago di Como a caccia di Brad Pitt o una giornata a cavallo per una vera caccia alla volpe (senza la volpe, però). O ancora: una full immersion di Pilates in Maremma, una giornata al Twiga, la creazione personalizzata di un gioiello da parte di un noto designer o una passeggiata notturna nella tenuta della Fattoria di Maiano, fino al laghetto dove amava sostare la Regina Vittoria. Sono solo alcuni dei lotti che andranno all’asta mercoledì 18 maggio 2016 a partire dalle ore 20, in occasione dell’Incanto dei Talenti, serata di beneficenza organizzata per il quarto anno consecutivo alle Serre Torrigiani (via Gusciana, 21) da Progetto Itaca Firenze, associazione che combatte lo stigma del disagio mentale e promuove il reinserimento sociale e lavorativo dei giovani a cui è stato diagnosticato un disturbo psichico.

A vestire i panni del banditore d’asta Fabrizio Moretti, direttore della Biennale dell’Antiquariato. Attesi anche quest’anno numerosi vip e volti noti del mondo fiorentino e non solo, molti dei quali si sono anche prestati a mettere all’asta i propri talenti. Compreso il premier Matteo Renzi, allora sindaco di Firenze.

Pensato come un’asta fuori dal comune, in cui si inseguono emozioni più che oggetti materiali, l’Incanto dei Talenti sarà affiancato da una lotteria silenziosa, basata sull’acquisto di buste bianche contenenti piccoli e grandi premi: magnum di Barolo e Armaiolo, lussuosi trattamenti benessere, occhiali da sole griffati, biglietti per concerti o spettacoli teatrali e gratta e vinci di consolazione.

Nato a Milano nel 1999, oggi Progetto Itaca è presente nelle maggiori città d’Italia e opera a Firenze dal 2012, realizzando progetti di riabilitazione per coloro che soffrono di disagio psichico (dagli attacchi di panico ai disordini alimentari fino a disturbi di carattere bipolare) e promuovendo iniziative di informazione e prevenzione nelle scuole.

Due i “rami” attraverso i quali interviene l’Associazione: da un lato i volontari, impegnati nel fundraising e nei progetti di sensibilizzazione e supporto alle famiglie, dall’altro il Club Itaca, costituito esclusivamente da persone a cui è stato diagnosticato un disturbo, che qui si impegnano in attività quotidiane, riacquistando la fiducia in sé e negli altri. Si tratta di una struttura non sanitaria, apprezzata dalla comunità scientifica internazionale e italiana. Recentemente il modello delle Clubhouse di Progetto Itaca è stato insignito del Premio Umanitario da parte della Conrad Hilton Foundation, considerato il Nobel delle organizzazioni umanitarie. E’ la prima volta che un’organizzazione che opera nel campo della Salute mentale riceve questo riconoscimento.

Info e prenotazioni: tel. 055 0672779, www.progettoitacafirenze.org