Home > Webzine > Immigrazione e diritti delle seconde generazioni: convegno a Firenze e Fiesole
giovedì 14 novembre 2019

Immigrazione e diritti delle seconde generazioni: convegno a Firenze e Fiesole

20-05-2016

Venerdì 20 e sabato 21 Maggio sono in programma due giorni di incontri tra Firenze e Fiesole per parlare di immigrazione dal punto di vista delle seconde generazioni, dei loro diritti e del diritto di cittadinanza grazie al convegno organizzato da Fondazione Balducci e Comune di Firenze che vede la partecipazione di esperti, docenti universitari, rappresentanti delle comunità straniere in Italia, istituzionali e religiosi.

Il 20 maggio, dalle ore 15, in Sala D'Armi a Palazzo Vecchio a Firenze si parlerà di politiche di immigrazione con la partecipazione (tra gli altri) dell'Arcivescovo di Firenze il Cardinale Giuseppe Betori, il ministro alla pubblica istruzione Stefania Giannini, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Luca Lotti, la vicepresidente della Regione Toscana Stefania Saccardi, l'assessore regionale alla cultura Monica Barni, il sindaco di Firenze Dario Nardella, l'assessore comunale Sara Funaro. Intervengono i professori Giuseppe Milan, Maurizio Ambrosin, Olivier Roy e il presidente dell'Ucoii Izzedin Elzir, con l'introduzione di Leonardo Bieber, presidente del comitato scientifico della Fondazione Balducci.

Il 21 maggio il convegno sarà ospitato alla Badia Fiesolana sul tema delle attuali esperienze e le proposte per il futuro. Intervengono l'europarlamentare Cecile Kyenge, il parlamentare Khalid Chauki, Monsignor Mario Meini Vescovo di Fiesole, il sindaco di Fiesole Anna Ravoni, il segretario generale dell'Istituto Universitario europeo Vincenzo Schioppa Narrante, la presidente del consiglio comunale di Firenze Caterina Biti. Partecipano inoltre Vittorio Agnoletto dell'associazione Costituzione Beni Comuni, il console delle Filippine Fabio Fanfani, la console del Bangladesh Giorgia Granata e il professor Pietro Amedeo Modesti.
Le giornate sono moderate da Mohamed Bamoshmoosh del comitato scientifico della Fondazione Ernesto Balducci.

E' un argomento di grande attualità – dice il presidente della Fondazione Balducci Andrea Cecconi -, che s’inserisce in quello più complesso dell’accoglienza e dell’integrazione: aspetti divenuti drammaticamente attuali in questi ultimi anni, in conseguenza dell’intensificarsi del numero di migranti. Non rispondere adeguatamente a queste esigenze può alimentare il disagio sociale e psicologico fra i giovani immigrati di quelle generazioni, che può tradursi in forme violente fino ad arrivare a favorire l’adesione e la militanza in organizzazioni terroristiche. Promuovere la conoscenza di questi temi è per la Fondazione non solo un impegno culturale, ma una necessità storica: questi fenomeni prefigurano lo scenario di quella che sarà la realtà futura dei Paesi europei”.

Info: www.fondazionebalducci.it