Home > Webzine > Festival delle Generazioni: il programma della seconda giornata tra cultura e scienza
giovedì 14 novembre 2019

Festival delle Generazioni: il programma della seconda giornata tra cultura e scienza

14-10-2016

Venerdì 14 ottobre sono ventidue gli appuntamenti in tutta Firenze per il Festival delle Generazioni, l'evento in cui si incontrano generazioni e culture. Tra gli eventi: le “Interviste impossibili” a Dante, Paolo e Francesca, proiezioni itineranti tra strade e piazze con la “cinebicicletta” e l’incontro sul futuro della letteratura italiana con Albinati e Vinci. Tra gli ospiti: i sottosegretari a Istruzione e Salute Gabriele Toccafondi e Vito De Filippo, Marisa Laurito, Tiziana Primori e Annamaria Furlan.

Dalla rassegna stampa con Sergio Rizzo e Paola Saluzzi alle “Interviste impossibili” a Dante, Paolo e Francesca, passando per le “(Pre)visioni di futuro” dell’astrofisica Sandra Savaglio, del presidente dell’Istituto superiore della sanità Gualtiero Walter Ricciardi e del matematico Piergiorgio Odifreddi: sono ventidue gli appuntamenti di venerdì 14 ottobre a Firenze per la seconda giornata del Festival delle Generazioni, organizzato fino a sabato 15 ottobre da Fnp, il sindacato dei pensionati della Cisl. Tra gli ospiti, i sottosegretario di Stato a Istruzione e Salute Gabriele Toccafondi e Vito De Filippo, la segretaria nazionale della Cisl Annamaria Furlan, il direttore dell’Istituto Treccani Massimo Bray e gli scrittori vincitori dei Premi Strega e Campiello Edoardo Albinati e Simona Vinci, con le incursioni irriverenti di Dario Vergassola.

La giornata inizia in piazza Santa Croce: alle ore 9.00 aprono i 10 gazebo di “Il dono delle idee”, in cui giovani e anziani possono scambiarsi conoscenze su alimentazione, orientamento, tecnologia, social network, lavoro, salute, diritti e volontariato. Alle ore 10.00, appuntamento al Caffè Rivoire in piazza della Signoria per l’“Edicola Cafè”: il commento ai fatti del giorno con Sergio Rizzo del Corriere della Sera, Paola Saluzzi di Sky Tg24 e Benedetta Cosmi della webserie Quelli che…

Come “Gestire l’ingestibile” è il tema del workshop delle ore 10.00 a Palagio di Parte Guelfa (piazza di Parte Guelfa): rivolto a psicologi, psichiatri e assistenti sociali, tratta delle abilità delle professioni di aiuto. Alle ore 10.30, al teatro Verdi (via Ghibellina 99) nel corso di una tavola rotonda sull’alternanza scuola-lavoro condotta da Federico Taddia di La Stampa, si discute dell’importanza della formazione associata alla possibilità di sperimentare e di fare esperienze di lavoro, insieme a Annamaria Furlan, segretaria della Cisl, Silvia Pagani, fondatrice di “Artademia”, la non-scuola di Milano, e al sottosegretario di Stato all’Istruzione Gabriele Toccafondi. Allo stesso orario, in sala Lettura della Biblioteca delle Oblate (via dell’Oriuolo 24), appuntamento con lo scrittore francese Hubert Jaoui, che nel laboratorio “Oltre il presente: passaporto per il futuro”, spiegherà ai giovani a sfruttare al meglio le loro risorse attraverso la creatività.

Lo stato dell’arte della scienza è il tema della “(Pre)visione per il futuro” dell’astrofisica Sandra Zavaglio, alle ore 11.00 alla Sala della musica del Complesso San Firenze: ricerca, giovani, cervelli in fuga e “di rientro”, con le interruzioni irriverenti di Dario Vergassola. Sempre alle 11.00, ma alla biblioteca delle Oblate (via dell'Oriuolo 24), la giornalista Raffaella Cosentino spiegherà che cosa vuol dire fare l’inviata di guerra freelance nell’epoca dell’informazione digitale (evento valido per i crediti dell’Ordine dei giornalisti). Alle ore 12.00 in Sala D’Arme a Palazzo Vecchio è la volta di “In tempo per…Nutrirsi: cibo, memoria, bellezza, valori”, in cui si rifletterà sull’importanza di prestare attenzione ai nostri desideri. Anima e cibo, salute e filosofia del bello saranno i protagonisti insieme a Tiziana Primori, amministratore delegato di Eataly World, l’attrice Marisa Laurito, il rettore dell’Università di Scienze gastronomiche Piercarlo Grimaldi, il giovane imprenditore Stefano Caccavari e il sottosegretario di Stato alla Salute Vito De Filippo.

Primo appuntamento del pomeriggio alle ore 16.00 nella Sala storica della Biblioteca delle Oblate, per la tavola rotonda “Cultura digitale oltre le frontiere del sapere”: il direttore dell’Istituto Treccani Massimo Bray, il giornalista e scrittore Luca De Biase e la scrittrice Giulia Blasi fanno il punto sulle sfide lanciate dalle tecnologie digitali, sui cambiamenti che hanno investito le nostre abitudini e le nuove vie d’accesso al sapere. Alle ore 17.00 al Palagio di Parte Guelfa, si parla di salute, diritto alle cure, longevità e invecchiamento attivo con il medico e docente universitario Gualtiero Walter Ricciardi, che oggi presiede l’Istituto superiore della sanità.

Alle ore 18.30 parte da Palazzo Vecchio il tour della “Cinebicicletta”: un cinema ambulante che proietterà tra le strade di Firenze le storie raccolte per l’Italia per la mostra multimediale “Oltre le generazioni: tra vita quotidiana e futuri condivisi”, in corso alla Sala d’Arme di Palazzo Vecchio. Stesso orario, ma a Palagio di Parte Guelfa, è in programma un’altra “(Pre)visione per il futuro”, questa volta del matematico Piergiorgio Odifreddi: “Numeri per le generazioni” sarà un’occasione per capire cosa c’entrano i numeri con la vita di tutti i giorni, e approfondire il ruolo della conoscenza scientifica nella soluzione dei problemi del futuro.

Alle ore 19.00 alla Sala d’Arme di Palazzo Vecchio spazio alle “passioni”: per il cammino, come racconterà il giornalista e fotografo Fabrizio Ardito; per la danza, come testimonia la ballerina Simona Atzori; per il racconto, con la scrittrice e conduttrice telefonica Chiara Gamberale. E in serata, largo agli scrittori: alle ore 21.00, alla Feltrinelli Red (piazza della Repubblica 26-29), Edoardo Albinati e Simona Vinci, vincitori del Premio Strega e Campiello, discorreranno sul futuro della letteratura italiana con lo scrittore e critico Francesco Durante. Alle ore 21.30, infine, appuntamento al teatro Verdi con le “Interviste impossibili”: protagonisti saranno Dante, Paolo e Francesca, rivisitati in chiave moderna da Cristina Dell’Anna (nota al grande pubblico nel ruolo di Patrizia Santoro nella serie tv “Gomorra”), David Riondino e Primo Reggiani.

Fino a sabato 15 ottobre, il Festival delle Generazioni prevede più dei ottanta appuntamenti con oltre 150 ospiti. In programma spettacoli teatrali, live show, incontri su salute, scuola, lavoro, memoria, scienza e ricerca, lezioni magistrali, tavole rotonde e laboratori di arte e tecnologia.

Tutti gli appuntamenti del Festival delle Generazioni sono a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria sul sito o direttamente presso la biglietteria in piazza della Repubblica.

Info e programma su www.festivaldellegenerazioni.it