Home > Webzine > F-Light 2016: torna il Firenze Light Festival con un'edizione 'super' prolungata
venerdì 22 novembre 2019

F-Light 2016: torna il Firenze Light Festival con un'edizione 'super' prolungata

08-12-2016
Dall'8 dicembre Firenze torna a risplendere grazie a F-Light che quest'anno offrirà un'edizione eccezionalmente prolungata fino all'8 gennaio. Per un intero mese il Firenze Light Festival accenderà i monumenti e le piazze della città con video-mapping, proiezioni, giochi di luce, attività educative e incontri in 15 diverse location.

“Un evento che non a caso viene organizzato in un periodo di bassa stagione turistica – ha detto l'assessore al Turismo Giovanni Bettarini - e che quest’anno abbiamo deciso di prolungare per tutte le feste natalizie. Un appuntamento molto apprezzato nelle scorse edizioni che propone una città diversa, con un fascino rinnovato grazie alle luci”.
Il Festival prenderà il via con l’accensione del grande albero di Natale l’8 dicembre in piazza Duomo: da quel momento, che simbolicamente avvia le festività natalizie, prenderanno vita i principali eventi di F-Light. Primo su tutti il video-mapping su Ponte Vecchio: nell’edizione 2015 le decine di migliaia di immagini del ponte ‘rivestito’ di opere d’arte hanno fatto il giro del mondo, facendo apparire Firenze sotto ‘una nuova luce’: quest’anno il tema della manifestazione ruoterà attorno alla parola ‘sorgente’: il luogo da cui sgorga l’acqua, ma anche la sorgente luminosa, fonte di energia, di calore e di radiazioni; oppure la sorgente come principio vitale, alba e inizio, causa e origine. Nel termine sorgente vengono inoltre messi in collegamento due universi paralleli: quello della luce e quello dell’acqua, cioè l’inizio della vita. Allo stesso modo, saranno inondati di luce numerosi monumenti cittadini: chiese, palazzi storici e torri.
Come sempre, non mancheranno le attività e i laboratori nei musei, dedicati ai bambini e alle loro famiglie.

F-Light è promosso dal Comune di Firenze, organizzato da Mus.e, grazie a Enegan e con il contributo della Camera di Commercio di Firenze.

Per maggiori info: musefirenze.it