Home > Webzine > ''Calcio storico tutto l'anno'', calendario dedicato alla tradizione popolare fiorentina
venerdì 22 novembre 2019

''Calcio storico tutto l'anno'', calendario dedicato alla tradizione popolare fiorentina

05-12-2016
Il Calcio Storico è sicuramente una delle tradizioni popolari più seguite e sentite nel territorio fiorentino. Le sue origini risalgono al 17 Febbraio del 1530 quando a Firenze, assediata dalle truppe imperiali, venne giocata in Piazza Santa Croce la prima partita: tra la squadra dei Bianchi e quella dei Verdi, come forma di disprezzo e di provocazione verso i nemici. Oggi come allora questa manifestazione, che si celebra con la finale del 24 Giugno, vede affrontarsi quattro squadre. Verdi, Rossi, Bianchi e Azzurri rappresentano tutt'ora i quartieri fiorentini dell'epoca: San Giovanni, Santa Maria Novella, Santo Spirito e Santa Croce. Una tradizione lunga e ricca di anneddoti e curiosità che è diventata simbolo di Firenze, come una delle manifestazioni rievocative più importanti della città.

"Rendere più vicino alla Città il mondo del Calcio Storico e dei calcianti" questo è l'obiettivo del nuovo Calendario 2016/2017 dedicato al Calcio Storico fiorentino, è lo stesso Assessore alle Tradizioni Popolari Andrea Vannucci a dichiararlo. Quello di quest'anno sarà sicuramente un calendario diverso rispetto ai precedenti, e diverso rispetto a qualsiasi altro calendario. Un calendario che vuole valorizzare tutte le componenti del calcio storico in un modo inedito e particolare: mostrare al pubblico la vita quotidiana di chi il calcio storico lo vive a 360 gradi e per 365 giorni l'anno, con i costumi e le vesti ufficiali propri di questa manifestazione.

"Abbinare il calcio storico alla vita reale" è quindi l'obiettivo principale di questo nuovo calendario, a sostenerlo lo stesso Presidente della manifestazione Michele Pierguidi.

La prima novità di questo calendario 2017/2018 è la sua durata: sono infatti 18 i mesi raffigurati e non più 12 come la maggior parte dei calendari, questo per riuscire a fornire quanto più spazio possibile alle foto, protagoniste indiscusse di questo calendario, che vedono calcianti o sbandieratori a servizio su un'ambulanza di una misericordia o mentre giocano sul campo di Santa Croce. "Il calcio storico tutto l'anno" è questa l'idea di Michele Pierguidi presidente del Calcio Storico che ritiene non ci sia cosa migliore di mostrare il lato comune di questi personaggi. L'idea di abbinare il calcio storico alla vita quotidiana nasce proprio da un calciante di parte Rossa, che testimonia la volontà degli stessi protagonisti di questa importante manifestazione di rendere visibile questa realtà. Perchè in fondo "un calciante è calciante anche nella vita di tutti i giorni, quando fa il proprio lavoro" sostiene Pierguidi.

Per rendere omaggio a tutto il lavoro di preparazione a questo calendario verrà organizzata una mostra dedicata alle foto protagoniste del calendario, che testimonia la voglia di far vedere e avvicinare il mondo del Calcio Storico alla sua città e i suoi cittadini, ma non solo. Un'altra novità di questo calendario riguarda proprio la sua diffusione e la possibilità di coinvolgere non solo il territorio fiorentino ma riuscire a diffondere questa tradizione popolare anche a livello nazionale e internazionale: lo testimoniano le didascalie che accompagnano le foto del calendario, volutamente scritte in doppia lingua (italiano-inglese) per riuscire a raggiungere anche una fetta di pubblico straniero, che si è mostrato vicino e interassato alla manifestazione, lo dimostrano le stesse partecipazioni alle partite degli scorsi anni dove erano presenti molti turisti stranieri. Le didascalie presenti nei 18 mesi descrivono la natura, le regole e le istruzioni del gioco.

Un calendario non solo per gli appassionati del Calcio Storico che verrà diffuso dopo il 12 Dicembre, ultimo giorno della fase finale della stampa, alla quale seguirà la distribuzione di ben 7000 copie, con la possibilità di diffonderne altre qualora la richiesta fosse maggiore.

E' una scommessa per lo stesso Calcio Storico. "Una sorta di anno zero del calendario" conclude l'Assessore Andrea Vannucci con l'obiettivo di continuare a crescere e diffondere questa antica tradizione popolare fiorentina.

CP