Home > Webzine > UniCredit dona un ecografo alla Fondazione ANT di Firenze
domenica 17 novembre 2019

UniCredit dona un ecografo alla Fondazione ANT di Firenze

15-12-2016

Giovedì 15 dicembre presso la sede UniCredit di Via Vecchietti a Firenze si è tenuta la cerimonia di consegna dell'ecografo che la Fondazione ANT ha acquistato con il contributo di Unicredit.

L'intervento di UniCredit è stato realizzato grazie ai fondi raccolti da UniCreditCard Flexia Carta Etica, la carta di credito flessibile che, senza alcun costo aggiuntivo per il cliente, permette di contribuire a iniziative solidali ad ogni utilizzo. Grazie al suo particolare meccanismo, una percentuale di ogni spesa effettuata con la carta, interamente a carico di UniCredit, va ad alimentare un fondo di beneficienza che in oltre dieci anni ha permesso di sostenere più di 400 iniziative benefiche per un totale di oltre 14 milioni di Euro.

La donazione ha contribuito all'acquisto di un ecografo grazie al quale i medici ANT – opportunamente formati – sono in grado di eseguire a domicilio il posizionamento chirurgico di un catetere venoso centrale per favorire la somministrazione di farmaci, di liquidi e di nutrizione parenterale nei pazienti oncologici.

La cerimonia si è svolta alla presenza della dott.ssa Silvia Leoni, coordinatore sanitario regionale di ANT, di Simone Martini, Delegato ANT Firenze, del capo Area Toscana Est di UniCredit, Francesco Iannella e del vice Area Manager Massimo Marroni.

In un momento di situazione economica difficile – spiega il delegato ANT Simone Martini – in cui anche le realtà che operano nel terzo settore hanno difficoltà nel reperire fondi, beneficiare di un contributo per l'acquisto di uno strumento che migliora il servizio e l’assistenza resa ai malati è una circostanza di valore aggiunto particolarmente significativa, che contribuisce da un lato a dare risposte concrete ai bisogni della comunità di Firenze e del suo circondario, dall'altro è un segnale di vicinanza a chi ha bisogno in momenti difficili”.

«Da dieci anni i nostri clienti, utilizzando Carta Etica hanno contribuito a supportare progetti di utilità sociale in tutta Italia per oltre 14 milioni di euro. – ha ricordato Francesco Iannella di UniCredit – Grazie ai fondi messi a disposizione da UniCredit Card Flexia Etica, possiamo individuare alcune tra le tematiche sociali più urgenti a cui destinare i fondi raccolti. Credo che la nostra vicinanza all'attività della Fondazione ANT, che peraltro si sviluppa non solo in Toscana, ma anche in Emilia-Romagna, Marche e Umbria, confermi l’attenzione del nostro Gruppo alle esigenze delle fasce della popolazione più deboli e costituisca una concreta risposta alle esigenze del territorio».

Info: www.ant.it - www.unicredit.eu