Home > Webzine > Lazio-Fiorentina 3-1: una serata da dimenticare per Sousa e i suoi ragazzi
giovedì 21 novembre 2019

Lazio-Fiorentina 3-1: una serata da dimenticare per Sousa e i suoi ragazzi

19-12-2016
Una Fiorentina stanca, disattenta, fragile, che nei primi minuti di gioco sembra essere restata negli spogliatoi dell'Olimpico. Doveva essere una delle partite per rilanciare il morale della squadra e l'entusiasmo dei tifosi ma così non è stato. La Fiorentina perde la sua seconda partita consecutiva e blocca ogni tentativo di rimonta in campionato.

Un primo tempo che non convince affatto quello dei giocatori viola, mai pericolosi e vicini alla porta, lenti nelle ripartenze e con un centrocampo poco coordinato che non riesce a dettare i ritmi di gioco. La Lazio attacca gli spazi e fa la differenza spercie in mezzo al campo, bloccando ogni minimo tentativo viola di ripartenza.

La Fiorentina però la sua occasione di rimontare o almeno di provarci ce l'ha avuta: il rigore di Ilicic se battuto con più forza e convinzione avrebbe potuto cambiare l'andamento della gara, o almeno avrebbe potuto dare una scossa al gruppo che nel secondo tempo e per merito di alcuni cambi, Zarate Cristoforo in particolare, sembrava poter davvero cambiare il volto a questa partita. Ma un tempo e Zarate, suo il goal che voleva riaprire la partita, non bastano a rilanciare una Fiorentina mai vera padrona del campo. 

E' vero che il rigore laziale nel primo tempo è apparso generoso, visto anche l'occhiolino tra Milinković-Savić e il suo compagno, ma la squadra viola ha molto da rimproverarsi e soprattutto molto su cui lavorare. Il terzo goal della Lazio in contropiede arriva proprio su un tentativo (disperato) di rimonta viola, e consegna così definitivamente i tre punti alla squadra bianco celeste che si piazza al terzo posto con il Napoli e ad un solo punto dalla Roma di Spalletti.

Un colpo duro per la Fiorentina che si trova adesso all'ottavo posto ad otto punti di distanza dall'Europa, un periodo non facile per i viola che giovedì scenderanno in campo al Franchi contro il Napoli, in un'altra partita fondamentale. Il pubblico dovrà lasciare da parte fischi e malumori e dare tutto l'appoggio possibile alla propria squadra, che mai come adesso ha bisogno dei suoi supporter.

CP