Home > Webzine > Agricoltura del futuro (prossimo): Cafferenza alla Biblioteca delle Oblate
giovedì 28 maggio 2020

Agricoltura del futuro (prossimo): Cafferenza alla Biblioteca delle Oblate

19-01-2017

Giovedì 19 gennaio 2017, alle ore 21.00, la Biblioteca delle Oblate (Via dell'Oriuolo, 24) ospita la Cafferenza "Agricoltura del futuro (prossimo): cibo e non solo..." con Franco Miglietta, IBIMET-CNR, Accademico dei Georgofili. Modera Francesca Camilli, IBIMET-CNR.

“Nutrire il pianeta” non è uno slogan ma una priorità.
Si stima infatti che la popolazione globale raggiungerà i 9 miliardi di persone nei prossimi 40 anni.
Una sfida urgente che l’agricoltura si trova ad affrontare in prima linea per aumentare del 50-60%, entro il 2050,  la produzione di beni alimentari che soddisfino la richiesta di calorie e nutrienti da parte della popolazione.

Ma l'agricoltura oggi viene chiamata ad assolvere compiti numerosi e diversi che vanno dalla produzione di biomasse da trasformare in energia, alla difesa del paesaggio rurale e della biodiversità, all'adozione di pratiche ecocompatibili per ridurre l’impatto dell’inquinamento del suolo e dell’aria e combattere i cambiamenti climatici in atto.

Queste funzioni molteplici dell'agricoltura possono sembrare tra loro contrapposte ad una prima analisi e possono alterare il significato originale dell’agricoltura, ossia quello di soddisfare la richiesta crescente di alimenti.

E’ compito della ricerca agraria trovare soluzioni e di coniugare le diverse pressioni cui l’agricoltura è sottoposta assicurando la sostenibilità e l’equilibrio del sistema produttivo agricolo ed evitando pratiche che mettano a rischio la componente naturale degli ecosistemi terrestri.

In questo incontro organizzato dall'Associazione Culturale Caffescienza di Firenze, Franco Miglietta  illustrerà metodi e soluzioni scientifiche innovative, promettenti - e in qualche modo sorprendenti !- con cui la ricerca agraria, coniugando l’alta tecnologia e le potenzialità ancora inespresse della vegetazione terrestre può dare risposte concrete ad alcune emergenze del pianeta.

Informazioni sul programma: www.caffescienza.it