Home > Webzine > La Via Sonora: arte e musica a Villa Vogel per i diritti umani contro la cultura della violenza
giovedì 14 novembre 2019

La Via Sonora: arte e musica a Villa Vogel per i diritti umani contro la cultura della violenza

28-06-2017

La Via Sonora è il progetto pilota che attraverso una serie di eventi affronta il tema dei diritti umani usando arte e musica. Il primo evento si svolge nello spazio verde del Parco di Villa Vogel (entrata da viale Canova, Firenze) mercoledi 28 giugno alle ore 18. Il filo conduttore è la campagna contro la cultura della violenza.

L’itinerario si apre con Sandra Landi, sviluppa a tappe con musica etnica con Capoeira Angola Palmares, Progetto Djoumé, Dario Castiello, Pulsar, Musicisti e Flauti Erranti, Jo Ku Kan-Kendo, storie di Marco Vichi raccontate da Lorenzo Degl’Innocenti. Il tutto si conclude con la videoinstallazione Universo Donna Angelo Pieroni che ha cercato, all’interno del linguaggio femminile contemporaneo, quelle che sono le fasi di un rapporto di coppia, quelle che identificano ogni momento del rapporto dalla sua nascita alla sua morte. Il testo è stato sviluppato con molte donne e cercando in quelle frasi il reale significato. Universo Donna mette in luce quello che dovrebbe essere ovvio ma che ci sfugge ogni volta. La differenza di linguaggio tra uomo e donna, determinata da una diversa sensibilità nell’ambito delle emozioni che distrugge di per sé l’immagine dell’altro. L’idealizzazione della persona e la sua distruzione conseguente sembra inevitabile, ma da cosa è determinata? Differenti modalità di comunicazione e di percezione danno la spinta verso quello che sembra l’inevitabile discesa di un rapporto verso la sua fine.

Il progetto La Via Sonora intende affrontare il tema del rispetto dei Diritti Umani. L’obiettivo è realizzare due tipologie di eventi a sfondo sociale attraverso la cultura. Attraverso l’arte musicale, letteraria e recitativa, vengono “occupati” due spazi, uno storico artistico e uno naturale, ponendoli al servizio di Posto Occupato. Posto Occupato rappresenta un simbolo di lotta al femminicidio, un gesto dedicato a tutte le donne vittime di violenza, una sedia occupata da qualcuno che “sarebbe stato presente se…”
"Posto occupato" è una campagna nata per non dimenticare le vittime; stimolo alla riflessione, per la prevenzione attraverso la necessaria sensibilizzazione e contrasto quotidiano contro le violenze di ogni genere."

L'appuntamento fa parte del programma dell'Estate Fiorentina 2017.