Home > Webzine > ''A_Zero Violenza'', premiazione dalla V edizione del concorso contro la violenza sulle donne
domenica 17 novembre 2019

''A_Zero Violenza'', premiazione dalla V edizione del concorso contro la violenza sulle donne

02-03-2018

Lo studente Giuseppe D'Anna ha vinto la V edizione di "A_Zero Violenza", il concorso grafico promosso da ARCI Firenze. Il vincitore è un trentenne che arriva da Ribeira, in provincia di Agrigento, e studia all'Accademia Cappiello. Obiettivo del bando è l’ideazione di un manifesto che, attraverso l’arte figurativa, esprima un no deciso a ogni forma di violenza contro le donne e promuova il rispetto delle diversità di genere.
Jacopo Forconi, il presidente di Arci Firenze, ha spiegato così le motivazioni della giuria: "Un’opera, la sua che riesce a catturare l’attenzione perché pesca nell’immaginario collettivo dei giovani, creando così un manifesto dal messaggio immediato e inequivocabile: la violenza subita non le determina, ma la libertà e la propria indipendenza sì".

Federica Quaranta e Lorenzo Foderini, due aspiranti grafici provenienti dall’Accademia Cappiello, sono saliti sul secondo gradino del podio, con un manifesto che è un inno alla libertà, alla sicurezza in se stesse che può permettere alle
vittime di liberarsi dei condizionamenti e delle violenze. Al terzo posto, con il premio speciale per la miglior opera "Under 18" invece, Riccardo Teta e Marta Gentili, studenti dell’Istituto tecnico Cellini Tornabuoni con la loro "rivoluzione" e il loro invito a ribaltare stereotipi e ragionamenti. Ai vincitori un buono da spendere in materiali per le belle arti.

Sono stati ben 135 i partecipanti, tra cui una predominanza di giovani donne, che hanno presentato il proprio lavoro da soli o in gruppo, per un totale di 120 opere. Il manifesto vincitore sarà distribuito tra i circoli ARCI di Firenze e provincia, dove resterà fino al prossimo anno, quando arriverà il vincitore della sesta edizione.

Questo concorso grafico si propone di superare le immagini stereotipate che mettono l’accento sulla condizione della donna come vittima, raccontando, invece, la forza e il coraggio di rivendicare, anche nel quotidiano, la propria libertà e  individualità attraverso una nuova chiave di lettura e di originalità. L'iniziativa invita il pubblico a riflettere sull'argomento e a farsi portatore di un messaggio di condanna di violenze, abusi e molestie.

Il concorso grafico è promosso da Arci Firenze , con il contributo di Assicop Toscana spa – UnipolSai Assicurazioni e il sostegno di associazioni che si occupano di contrasto alla violenza e promozione dell’uguaglianza di genere (Artemisia, Azione Gay e Lesbica, Crete e Il Giardino dei Ciliegi).


Info: www.arcifirenze.it

KB