Home > Webzine > Presentato il progetto di riqualificazione dell'ex caserma Lupi di Toscana
mercoledì 20 novembre 2019

Presentato il progetto di riqualificazione dell'ex caserma Lupi di Toscana

15-06-2018

33.000 mq a uso residenziale, 6.500 mq a uso sociale e culturale, tra cui una scuola d'infanzia, e un parco agricolo sono al centro del progetto dell'Architetto Paolo Luigi Poloni vincitore del bando di concorso internazionale per la ristrutturazione e riqualificazione dell'ex caserma Lupi di Toscana nel Quartiere 4 del Comune di Firenze, abbandonata da molti anni e in stato di degrado.

Alla presentazione dell'iniziativa, ospiti dell'ex infermeria di Santa Maria Novella, sono intervenuti il Sindaco Dario Nardella, dell'Assessore all’urbanistica Giovanni Bettarini e del Direttore dell’Agenzia del Demanio Roberto Reggi, è stata illustrata la proposta che ha convinto per l'uso parsimonioso del suolo, l'integrazione della palazzina di comando, che sotto vincolo paesaggistico andava mantenuta e gestione del verde. Il dettaglio che ha distinto la proposta progettuale risultata vincente tra le altre in maniera unanime dalla commissione, è stato la strada che fungerà da asse tra l'Ospedale San Giovanni di Dio e il centro commerciale di Ponte a Greve permettendo il collegamento tramite un bus elettrico o un people mover, tra l'ospedale e la linea 1 della tramvia.

Firenze in questi anni ha recuperato e restituito ai cittadini molti contenitori abbandonati – ha detto il sindaco Nardella – senza consumare nuovo suolo. Su questa caserma abbiamo portato avanti un importante lavoro di coinvolgimento dei cittadini e del Quartiere, arrivando a individuare le funzioni più adatte alla trasformazione. Sono stati poi architetti e creativi, attraverso il concorso di idee, a interpretare al meglio questa visione dandoci la possibilità di partire con il bando vero e proprio. Obiettivo – ha proseguito il sindaco - è quello di fare dei Lupi di Toscana un nuovo motore culturale, civico, economico e di social housing di tutto il quadrante sud-ovest della nostra città metropolitana”.
 
Nell'ottobre 2016, l'area, di proprietà dello Stato, è passata sotto la resposabilità del Comune di Firenze grazie alla convenzione stipulata con l'Agenzia del Demanio e che ha permesso al Comune di pubblicare un concorso internazionale di idee affinché dal confronto dei progetti potesse emergere la migliore soluzione per realizzare un nuovo pezzo di città. Da qui la commissione di selezione ha nominato vincitore il progetto dell'Arch. Paolo Luigi Poloni. Gli altri progetti finalisti sono stati presentati da Fabrizio Rossi Prodi, Pietro Basilio Giorgeri, Romolo Roberto Calabrese, Adolfo Natalini, Emiliano Auriemma, Emanuele Mantrici-Studio Kami e Carlo Terzoli.

Per maggiori informazioni: www.comune.fi.it 

LG