Home > Webzine > Borse di studio per Amatrice grazie alle lettere di mamme ai figli scomparsi
domenica 29 novembre 2020

Borse di studio per Amatrice grazie alle lettere di mamme ai figli scomparsi

14-01-2019
Il dolore ha un nemico. Si chiama speranza. Questo è il messaggio che hanno lanciato sei mamme nelle "Lettere senza confini" ai figli che non ci sono più. La raccolta, a cura di Gaia Simonetti, offrirà i ricavati dalla vendita, per la consegna, prima dell'estate, di due borse di studio ad Amatrice.
Stefania, Barbara, Giovanna, Laura, Paola e Stefania si raccontano per dare un messaggio di speranza per riflettere, condividere esperienze, sentimenti e la voglia di ripartire. La stessa voglia di farcela che riempie le pagine del loro libro nato dai loro cuori che ha superato i confini nazionali arrivando fino in Norvegia.

La cerimonia di consegna delle borse di studio coinciderà con la premiazione del concorso letterario nazionale dedicato a Filippo Sanna, giovane scomparso col terremoto di Amatrice, a cui è indirizzata la lettera di mamma Stefania presente nel libro: "Dopo averti visto uscite vivo dalle macerie, ho sperato nel miracolo. Mi rimangono i ricordi nitidi di quando salivo in mansarda a osservarti mentre dormivi e con le tue spalle larghe abbracciavi il cuscino...".

Per informazioni sul concorso letterario che scade il 2 aprile 2019: https://associazioneilsorr.wixsite.com/filippo