Home > Webzine > Cresci e Post@, diventare grandi senza cadere nella rete
sabato 16 novembre 2019

Cresci e Post@, diventare grandi senza cadere nella rete

15-02-2019
Torna il progetto “Cresci e post@ - diventare grandi senza cadere nella rete”, pensato con l’obiettivo di sensibilizzare i ragazzi al corretto uso dello smartphone e alla prevenzione al cyberbullismo. Lanciato lo scorso anno da una partnership tra la società fiorentina Pino Dragons e la multinazionale italiana dell’it Engineering, la prima edizione del progetto ha coinvolto le squadre partecipanti all’edizione 2018 del torneo di basket giovanile dedicato a “Pietro e Niccolò Quercetelli”, svoltosi a Firenze nello scorso maggio. Obiettivo del progetto è quello di portare i ragazzi a riflettere sui loro comportamenti online. La nuova edizione del gioco viene presentata a Firenze dall'assessore allo sport Andrea Vannucci, dal presidente del quartiere 2 Michele Pierguidi, dal presidente del Comitato Regionale Toscana FIP Simone Cardullo, dal presidente della Lega Nazionale A Egidio Bianchi e dal presidente dell'Enic Pino Dragons Firenze Luca Borsetti proprio mentre i riflettori del grande basket sono accesi sulla città toscana, grazie alla Final Eight di Coppa Italia, in corso al Mandela Forum.

“I ragazzi – sottolinea l'assessore allo sport Andrea Vannucci – stanno tante ore al giorno attaccati al telefonino. Lo sport, invece, può riportare le giovani generazioni ad un mondo reale, ben diverso dal mondo virtuale. Un'iniziativa nata come “Brothers in basket” in ricordo dei fratelli Quercetelli, poi si è aperta al mondo femminile e l'anno scorso ha visto la partecipazione anche di squadre straniere. Apre una porta su un tema, come quello del cyberbullismo, importante e va fatto passere il messaggio che questi nuovi strumenti fanno parte della quotidianità ma vanno utilizzati con attenzione perché sono appunti strumenti e non fine”.

“Un fenomeno relativamente nuovo perché ormai i social network vengono molto utilizzati. Molto importante – continua il presidente del Quartiere 2 Michele Pierguidi – anche la categoria scelta al quale si rivolge il progetto: l'under 14, un'età dove l'attenzione deve essere massima. Anche gli istruttori, nei vari club, hanno un ruolo importante per combattere il cyberbullismo”.

“L'utilizzo delle tecnologie deve essere accompagnato. Deve essere educato – aggiunge il presidente della Lega Nazionale a Egidio Bianchi – sin da quando i ragazzini iniziano ad utilizzare gli smatphone. C'è tanto da fare ed il lavoro deve coinvolgere le istituzioni a tutti i livelli”.

“Stimolare la riflessione dei ragazzi attraverso la partecipazione al gioco – spiega il presidente del Pino Dragons Luca Borsetti – è il punto di partenza per aiutarli a pensare alla propria identità e ai rischi che si possono incontrare online. L’intento è quello di aiutare ai ragazzi a rispondere a questa difficilissima domanda: come diventare grandi oggi senza cadere nei rischi della rete?”.

Dopo la sperimentazione il progetto è stato sposato dalla Federazione Italiana Pallacanestro e sarà rivolto ai ragazzi e alle ragazze che partecipano ai campionati Under 14 maschile elite e regionale e Under 14 gold e silver femminile. “Abbiamo deciso di patrocinare questo progetto – spiega il Presidente della Fip Tposcana Simone Cardullo – perché ci è parsa una bella occasione per il mondo del basket toscano di affrontare in modo serio una tematica che riguarda tutti i ragazzi e quindi anche le migliaia di giovani toscani che giocano a basket. Siamo convinti che stimolare i ragazzi a giocare questa speciale partita rappresenti una opportunità che diamo alle nostre società per rafforzare il proprio ruolo nella società locale”. Le squadre partecipanti si registreranno su una piattaforma web dove, per 3 settimane, verranno proposti temi e contenuti testuali, video e multimediali legati al progetto. Ai ragazzi verrà chiesto di interagire con i post proposti, leggendo, commentando e rispondendo alle varie domande. Ognuna di queste azione permetterà ai giovani giocatori di accumulare punti utili per gareggiare nella classifica a squadre e in quella personale. I vincitori, ovvero la migliore squadra, i ragazzi che avranno ottenuti più punti e il miglior giocatore per squadra, riceveranno un premio che verrà consegnato durante un evento organizzato a Firenze a inizio Maggio. Sul sito www.crescieposta.it  è stato pubblicato un video che racconta la precedente edizione e lancia il nuovo progetto. Il nuovo gioco inizierà il 11 marzo per concludersi il 31marzo. Sarà, inoltre, creato un account Instagram (@crescieposta) che i ragazzi potranno seguire e che rilancerà i contenuti della piattaforma. Su Instagram i ragazzi potranno anche condividere contenuti con l’hashtag #crescieposta.

Fonte: www.comune.fi.it (Ufficio Stampa)