Home > Webzine > Queen's Birthday Party: brindisi a Firenze per Sua Maestà la Regina
venerdì 02 dicembre 2022

Queen's Birthday Party: brindisi a Firenze per Sua Maestà la Regina

27-06-2019

Brindisi di compleanno per Sua Maestà la Regina Elisabetta II nella splendida cornice di Villa Bardini. Si svolge infatti giovedì 27 giugno 2019, l’evento conclusivo dei cinque Queen’s Birthday Parties (QBP) in programma per l’Italia, una serie di manifestazioni volute dall’Ambasciatore Jill Morris per celebrare la festa nazionale britannica in onore di Sua Maestà, la Regina Elisabetta II.

Dopo 10 anni torna dunque a Firenze la festa ‘reale’, un QBP d’eccezione con centinaia di ospiti e all’insegna degli straordinari legami che uniscono Regno Unito e Toscana.

Legami che spaziano in vari ambiti a cominciare da quello culturale. Viene esposta una straordinaria statua dell’artista britannico di fama mondiale Antony Gormley, recentemente alla Galleria degli Uffizi; è allestito uno spazio curato dal British Institute of Florence - la “casa della Cultura UK” a Firenze, una zona dedicata ai poeti romantici curata dal Keats and Shelley House di Roma, con lettere originali dei poeti e sono previste visite guidate al Museo Pietro Annigoni, ospitato all’interno di Villa Bardini e dedicato al  ‘pittore delle regine’ l’artista fiorentino che dipinse Sua Maestà nel 1955. Esposta inoltre in via eccezionale una copia autorizzata del celeberrimo Ritratto della Regina Elisabetta II di Pietro Annigoni dipinto dal suo allievo Romano Stefanelli, in prestito esclusivo per l’occasione da un collezionista privato. La serata compre anche momenti musicali con un immancabile bagpiper (rigorosamente italiano, ma dal cuore scozzese) e brani UK curati dalla DJ ‘di casa’, DjLaù, dell’Ambasciata stessa, per arrivare al video-mapping che presenta la Villa in una versione inedita. Per l’occasione le statue del Terrazzo Belvedere vengono rivisitate in versione ‘scozzese’ con stoffe tartan, mentre si potranno ammirare cappelli di modisti rigorosamente Toscani e fashion d’oltremanica.

Non mancano inoltre puri momenti British: prelibatezze della storica sala da thè romana Babington’s, in trasferta a Firenze per l’occasione, e numerose specialità d’oltremanica: dal salmone e fish and chips, alle birre, al whisky sino al classicissimo Pimm’s.  Affiancate da specialità enogastronomiche toscane che spaziano dai salumi ai formaggi, il tutto accompagnato da vini d’eccezione toscani, per finire con la torta reale di Tuscan Wedding Cakes.

Ma l’edizione fiorentina del QBP è ancora altro: in un mondo caratterizzato da rapidi e spesso travolgenti cambiamenti sociali, l’Ambasciatore Morris ha scelto di puntare i riflettori sull’importantissimo lavoro svolto dalle associazioni di volontariato che operano nel campo della solidarietà con le quali l’ambasciata collabora da anni in Toscana: l’Associazione Arcobaleno e la Caritas, entrambe visitate dalla Duchessa di Cornovaglia nel 2017.

Attenzione massima anche nei confronti dell’ambiente e di un’economia sostenibile: tutte e cinque le feste in onore di Sua Maestà in Italia sono state infatti non solo a ‘impatto ambientale zero’, grazie alla collaborazione con AzzeroCO2, ma anche prive di plastica, all’insegna dell’impegno di andare ‘Beyond Plastics’ in collaborazione con Novamont. Sarà green persino il programma della serata, che conterrà una pellicola di carta ‘seminabile’.

L’Ambasciatore Jill Morris ha dichiarato: “Sono davvero felice di riportare il Queen’s Birthday Party, dopo 10 anni, nella incantevole Firenze. I nostri amici toscani e stranieri potranno immergersi virtualmente nel mio bel paese, apprezzando i forti legami bilaterali che caratterizzano i rapporti tra i nostri due paesi, con uno sguardo al passato e uno al futuro”. 

Da parte sua Jacopo Speranza, Presidente della Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron, che ha in gestione il grande complesso monumentale per conto della Fondazione CR Firenze, ha sottolineato ‘’il forte legame con la comunità britannica grazie al museo Annigoni e ad alcuni suoi disegni preparatori dei ritratti della Famiglia Reale che sono di proprietà della Fondazione CR Firenze’’.

La realizzazione della festa è stata possibile grazie alla generosità degli sponsor: Faper Group spa, Scuola Dante Alighieri di Siena, Leasys e Jaguar Land Rover, oltre che della Fondazione CR Firenze, della Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron, e delle Gallerie degli Uffizi.

Per maggiori informazioni: www.fondazionecrfirenze.it