Home > Webzine > Progetto Itaca Firenze Onlus: nuova sede di riabilitazione per la salute mentale
lunedì 09 dicembre 2019

Progetto Itaca Firenze Onlus: nuova sede di riabilitazione per la salute mentale

21-11-2019
Promuovere una visione innovativa della malattia mentale nella quale la persona è al centro, non la sua patologia, e valorizzarne le competenze che nonostante il disturbo persistono. È questa la mission che accompagna Progetto Itaca Firenze, la Onlus ispirata a Progetto Itaca Milano che ha sede in altri in dieci capoluoghi d'Italia. Un’associazione di volontariato nata per promuovere una visione positiva nel campo della salute mentale offrendo gratuitamente servizi di riabilitazione per giovani che soffrono di disturbi mentali e iniziative di sostegno ai familiari, oltre a progetti di informazione e prevenzione.

Da quest'oggi Progetto Itaca Firenze offrirà i suoi servizi in un nuovo e bellissimo spazio di 300 metri quadri, ristrutturato e messo a disposizione in comodato d'uso gratuito per 6 anni da un privato. La nuova sede, ubicata nel cuore di Firenze all'ultimo piano di Corso Italia 32, amplierà e darà nuovo impulso alle già importanti attività svolte dalla Onlus.

Tra queste spicca Club Itaca Firenze, un centro per lo sviluppo dell’autonomia socio-lavorativa di giovani con una storia di disagio psichico. Nasce nel 2012 seguendo il modello internazionale di riabilitazione e di integrazione sociale “Clubhouse”, istituito negli Stati Uniti nel 1948 e diffuso in tutto il mondo: 332 centri in 33 paesi accolgono circa 100.000 persone.

La frequenza è libera e gratuita e l’iscrizione non ha scadenza. La sede fiorentina al momento vanta 74 iscritti, ma grazie alla nuova sede potranno essere molti più. Al momento 38 di loro hanno svolto esperienze di lavoro o tirocini formativi o inserimenti socio-terapeutici, in tre si sono laureati e in tre hanno ottenuto un contratto di lavoro a tempo indeterminato.

Per supportare parenti e amici di persone affette da disturbi mentali la Onlus offre un corso specifico tenuto da familiari preparati, secondo gli standard dell’Associazione americana NAMI (National Alliance on Mental Illness), oltre a Faro Itaca, una linea d'ascolto dedicata, attiva dal lunedì al venerdì anche tramite chat (dalle 15 alle 18 al 371 3358465).

Per maggiori informazioni: www.progettoitacafirenze.org

Per informare e prevenire, ma anche per sensibilizzare l'opinione pubblica sulle tematiche legate al disagio psichico, Progetto Itaca Firenze è attiva su più fronti.

Nelle scuole secondarie superiori promuove incontri rivolti a studenti e insegnanti per combattere la disinformazione, richiamare l’attenzione sui fattori di rischio, sui sintomi con cui il disagio psichico si manifesta e sui modi per chiedere e ricevere aiuto. Questa attività, realizzata in collaborazione con alcuni psichiatri della Asl fiorentina, ha già coinvolto circa 870 studenti e tra i suoi scopi ha anche quello di cambiare l’atteggiamento dei giovani nei confronti della malattia mentale e di informare sulla distinzione tra “disagio giovanile” non patologico e “disagio mentale”.

Con i suoi corsi per volontari, ai quali al momento hanno partecipato oltre 160 persone, la Onlus fornisce strumenti utili a chi vuole avvicinarsi alle tematiche relative alla salute mentale e a chi vuole offrire la propria collaborazione per gestire i progetti dell’Associazione.
Il nuovo corso, in partenza in questi giorni ha già 25 iscritti (di età fra i 20 ai 60 anni) che seguiranno lezioni e incontri tenuti da professionisti del settore.

Infine con i suoi eventi, sensibilizza l'opinione pubblica e raccoglie fondi per supportare la sua attività creando una rete di contatti e relazione con istituzioni, aziende, fondazioni e media sul territorio, coinvolgendo amici e sostenitori. Al momento sono ben 30 gli eventi proposti da Progetto Itaca Firenze ai quali hanno partecipato quasi 5000 persone.

Progetto Itaca Firenze Onlus è sostenuta finanziariamente grazie ai rinnovati e generosi contributi della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, Charlemagne, Polli Stoppani, Fiorenzo Fratini, Fondazione Il Cuore si Scioglie Onlus, Prosolidar e gli Enti 8xmille Chiesa Valdese, Regione Toscana e Comune di Firenze.