Home > Webzine > Presentazione del progetto "La Città Ecologica" al Caffè Letterario Le Murate di Firenze
martedì 27 ottobre 2020

Presentazione del progetto "La Città Ecologica" al Caffè Letterario Le Murate di Firenze

21-12-2019
Sabato 21 dicembre 2019, alle ore 17.00, al Caffè Letterario Le Murate di Firenze sarà lanciata una campagna di sensibilizzazione sul problema dei rifiuti, in particolare della plastica, per non crearne più e vivere senza nuova plastica, tutt’al più solo con plastica riciclata. Tutti gli esseri viventi producono scarti, ma solo homo sapiens produce rifiuti. Preleviamo risorse naturali dall’ambiente e le restituiamo sotto forma di residui che procurano danni all’ecosistema. È un destino inevitabile, un prezzo necessario da pagare al progresso? Una giornata dedicata all’ambiente, un viaggio nell’economia circolare, insieme a Legambiente e Testimonianze. Uno dei grandi consumi di plastica avviene con le bottiglie dell’acqua. Insieme a Publiacqua, il Caffè Letterario propone e regala la nuova borraccia termica.

Cambiamo le nostre abitudini per salvare il pianeta.
Ore 17.00 Presentazione progetto "La Città Ecologica"
Saluti delle autorità. Interventi di Fausto Ferruzza, Presidente Legambiente Toscana.
Ospiti e rappresentanti istituzionali.

Presentazione del libro con autori
L’associazione culturale La Nottola di Minerva presenta:
"Un mondo senza rifiuti? Viaggio nell'economia circolare" di Antonio Massarutto (Società editrice il Mulino).
L’autore dialoga con Simone Siliani e Vincenzo Striano di Testimonianze. Modera Raffaele Palumbo.
La nostra economia è costruita secondo un modello «lineare»: preleviamo risorse naturali dall’ambiente e le restituiamo sotto forma di residui che procurano danni all’ecosistema. È un destino inevitabile, un prezzo necessario da pagare al progresso? Lo abbiamo creduto a lungo, ma ora la natura ci presenta il conto. Perché la nostra civiltà non finisca per morire soffocata dai propri rifiuti, è necessario imboccare una strada alternativa. Quella dell’«economia circolare», nella quale gli scarti ridiventano materie prime. Se un mondo senza rifiuti è impossibile, un mondo senza discariche è invece del tutto realizzabile, come testimoniano molte esperienze. Servono però iniziative economiche, servizi, impianti, infrastrutture. Un’opportunità anche per l’Italia, che malgrado tutte le sue munnezze, conquista anche primati positivi. A una condizione: che nessuno scambi l’economia circolare per un bucolico mondo dal quale i rifiuti scompaiono per magia.
Antonio Massarutto è docente di Economia Applicata all’Università di Udine e Research fellow del GREEN, Università Bocconi. Ha pubblicato «I rifiuti: come e perché sono diventati un problema» (2009); «Privati dell’acqua? Tra bene comune e mercato» (2011); «L’acqua. Un dono della natura da gestire con intelligenza» (2015).

Per ulteriori informazioni: www.lemurate.it