Home > Webzine > Street Art Firenze: incontro per il murale dedicato al maestro eroe Janusz Korczak
domenica 25 ottobre 2020

Street Art Firenze: incontro per il murale dedicato al maestro eroe Janusz Korczak

03-02-2020
Un murale di oltre 80 metri quadri per ricordare il maestro eroe Janusz Korczak, morto in un lager insieme ai “suoi bambini” dell’orfanotrofio. È l’opera di street art che si sta completando, in occasione del Giorno della Memoria, sulla parete della scuola primaria Fanciulli di via Policarpo Petrocchi, nel Quartiere ‪5. Alla presentazione del murale ai bambini della scuola, è intervenuto l'artista Ache77 con i protagonisti della Street Level Gallery, che hanno curato il progetto, l'assessore all’educazione Sara Funaro e il Presidente del Quartiere 5 di Firenze, Cristiano Balli.

I curatori hanno ricordato ai bambini la figura storica del medico pedagogista ebreo che fondò la Casa dell’Orfano a Varsavia nella prima metà del secolo scorso. Nell'istituto venivano accolti bambini ebrei poveri e senza famiglia, in una piccola comunità dal sistema educativo avanzato, dove i ragazzi sperimentavano l’accoglienza, il rispetto e una grande attenzione nei loro confronti.

La realizzazione dell’opera è affidata allo street artist Ache77, artista che vive a Firenze da anni e si esprime attraverso la tecnica dello stencil e della serigrafia, utilizzando materiali di ogni tipo e realizzando opere su superfici di ogni grandezza. L'artista ha sottolineato come al centro dei propri lavori ci siano molto spesso soggetti legati a temi di guerra perchè è un argomento che gli sta a cuore e fondamentale secondo lui per imparare dalla storia. Gli studenti sono intervenuti con le proprie impressioni e le proprie emozioni riguardo alla storia del pedagogista, ricevendo in regalo la poesia "Quando ridiventerò bambino" dello stesso Korczak, da appendere in classe per poter comprendere quanto fossero importanti i bambini. Janusz Korczak infatti non li abbandonò mai, anche quando gli dettero la possibilità di trasferirsi all’estero, stando loro vicino nel ghetto di Varsavia e salendo con loro sul treno che li avrebbe condotti allo sterminio.

Partendo da questo concetto, i bambini hanno poi discusso insieme all'Assessore Funaro e al Presidente Petrocchi di quanto siano importanti i diritti del bambino oggi. I metodi di Korczak, portano i bambini ad essere membri attivi chiamati alla partecipazione, alla condivisione delle regole e alla solidarietà, hanno fatto sì che le sue opere siano alla base della Carta internazionale dei diritti del fanciullo: per questo motivo è stato scelto di rappresentare proprio la figura di questo pedagogista sul muro di una scuola, affinchè i bambini possano conoscere e studiare per non perdere la memoria storica, e anche capire i nuovi linguaggi artistici con cui poterla rappresentare.

Per maggiori informazioni: www.comune.fi.it