Home > Webzine > Servizi digitali del Comune di Firenze sulla App IO
lunedì 05 dicembre 2022

Servizi digitali del Comune di Firenze sulla App IO

20-05-2021
Ho già pagato la Tari? Quando posso presentare la domanda per il contributo scolastico? La domanda di iscrizione al nido è stata accettata? Quando scade la mia carta di identità? A queste e altre domande da oggi risponde la App IO, grazie all’integrazione dei servizi comunali nell’applicazione ormai scaricata da molti cittadini, anche per accedere al cashback di Stato. Il Comune di Firenze per semplificare la vita al cittadino è sbarcato su IO con un primo pacchetto di servizi digitali di notifica e pagamento.

Un passo importante verso la completa digitalizzazione dei servizi e del rapporto tra amministrazione e cittadini - ha detto l’assessore all’Innovazione, sistemi informativi e smart city Cecilia Del Re -. Un modo efficace per portare i servizi sullo smartphone dei cittadini, che potranno essere avvisati direttamente dalla app di tutte le scadenze, graduatorie, avvisi e fare i relativi pagamenti e che in prospettiva avranno a disposizione l’accesso a ulteriori servizi e certificazioni”.

Nel dettaglio sono 21 i servizi digitali previsti, di cui 14 già disponibili o in attivazione: avviso scadenza carta di identità; notifica apertura procedimento di iscrizione anagrafica; avviso permesso soggiorno scaduto; avviso di pagamento saldo TARI rata unica; avviso di pagamento acconto TARI rate separate; notifica sollecito TARI; avviso di accertamento TARI; l’avviso di pulizia strade nella via di residenza; notifica riconferma servizi educativi 0-3 anni per anno successivo; notifica acquisizione domanda di iscrizione servizi educativi 0-3 anni; notifica avviso emissione pagamento tariffa servizi educativi 0-3 anni; notifica di conferma iscrizioni scuola infanzia; avviso di apertura presentazione della domanda di contributo scolastico (pacchetto scuola); avviso emissione pagamento servizi supporto alla scuola.

L’implementazione dei servizi sulla app IO è stata resa possibile grazie alla collaborazione di Silfi che ha sviluppato internamente il software.

Fonte: www.comune.fi.it (Ufficio Stampa)