Home > Webzine > L'Unione Europea denuncia notevole consumo di cannabis tra i giovani
venerdì 22 novembre 2019

L'Unione Europea denuncia notevole consumo di cannabis tra i giovani

25-11-2004
La cannabis resta la droga di consumo più comune nell'Ue, e tra i giovani studenti tra i 15 e i 16 anni si registrano preoccupanti segnali di ''consumo pesante'': emerge dal rapporto annuale dell' Osservatorio europeo sulle droghe. Ad aver provato la marijuana è circa un adulto europeo su cinque, ed il suo consumo è massimo tra i giovani tra i 15 e i 34 anni. Negli ultimi 12 mesi ne ha fatto uso un massimo del 20% dei giovani europei. Nella maggior parte dei casi il consumo di cannabis è definito ''occasionale'' e circoscritto a ''periodi limitati di tempo'', tuttavia circa il 15% degli studenti di 15-16 anni dell'Ue che hanno fatto uso di cannabis nell'anno precedente sono ''forti consumatori'' (ossia fumano marijuana almeno 40 volte all'anno). Il consumo di cannabis è superiore tra gli uomini e quello ''pesante'' è addirittura doppio nella fascia maschile rispetto a quella femminile. In particolare l'uso si concentra nella popolazione maschile della fascia di eta' compresa tra i venti e i trent'anni.

L'ecstasy ha sorpassato le anfetamine come seconda droga più diffusa in Europa dopo la cannabis. I dati disponibili mostrano che l'andamento del consumo recente di ecstasy in Europa è in continuo aumento tra i giovani di età compresa tra i 15 ed i 34 anni. Un massimo del 7% della popolazione europea tra i 15 ed i 64 anni ha provato l'ecstasy almeno una volta. Tra i giovani invece il dato raggiunge l'11%, mentre il 6% ha fatto uso di questa sostanza stupefacente nel corso degli ultimi 12 mesi. L'ecstasy conferma il suo ruolo di droga da party e da discoteca ed il suo consumo massimo si registra tra i maschi di età compresa tra 15 e 24 anni.