Home > Webzine > Consumi: gli italiani scelgono etico
domenica 04 dicembre 2022

Consumi: gli italiani scelgono etico

16-03-2005
Un italiano su due nel 2004 ha acquistato prodotti solo dopo averli reputati "etici".E' quanto emerge da una ricerca sulla "responsabilità sociale d'impresa nella prospettiva dei consumatori", promossa dalla Camera di commercio di Milano. Il 40,5% ha evitato di comprare prodotti di aziende dal comportamento ritenuto non etico, mentre il 14,2% ha partecipato a campagne di boicottaggio verso aziende giudicate non etiche. Il 50,5% degli italiani prima di acquistare verifica che il prodotto non inquini, che per la produzione non sia stato utilizzato il lavoro di minori e che siano stati rispettati i diritti dei lavoratori. Addirittura dalla ricerca emerge come l'85% pagherebbe il 10% in più per un prodotto fatto rispettando società e ambiente (l'Italia è prima tra i paesi industrializzati contro l'84% di Germania e Inghilterra) e il 69% lo farebbe se l'azienda devolvesse questa cifra ad un associazione no profit (ancora primi davanti al 68% dell'Inghilterra). Secondo la ricerca la responsabilità sociale è la seconda ragione che conta quando si giudica la reputazione di un'azienda, subito dopo il giudizio sui prodotti e i servizi dell'impresa. Il 40% ritiene che le aziende dovrebbero contribuire attivamente alla costruzione di una società migliore, mentre l'80% che dovrebbero essere responsabili per migliorare le condizioni ambientali, il 67% per la riduzione degli abusi sui diritti umani, il 53% per ridurre la povertà, il 48% per migliorare l'istruzione nella propria comunità, il 39% per sostenere le associazioni no profit e per aiutare a risolvere problemi sociali.

di Duccio Tronci