Home > Webzine > I giovani: tecnologici e ''cari''
giovedì 14 novembre 2019

I giovani: tecnologici e ''cari''

31-03-2005
Quella che un tempo veniva definita "paghetta" nella contemporaneità assume i contorni di un vero e proprio stipendio. Il dato emerge da un'inchiesta condotta dall'Osservatorio sui Diritti dei Minori su un campione di 200 genitori, 100 dei quali papà ed altrettante mamme di figli adolescenti in età compresa fra i 14 e i 17 anni, dislocati sul territorio nazionale, nel periodo che va dal 1 febbraio al 15 marzo 2005. Per il 77% dei genitori la soglia minima di erogazione finanziaria mensile ai figli, necessaria a mantenere nella norma il livello di confronto, è di 200 euro, corrispondenti a quasi 400mila lire del vecchio conio valutario. Il 72% dei genitori attribuisce alla tecnologia, regina del tempo formativo e ludico degli adolescenti, la lievitazione delle richieste monetarie dei figli. Per il mantenimento delle spese tecnologiche, il 65% dei genitori ha dichiarato di corrispondere ai figli mediamente 105 Euro. In ribasso le pretese griffate nel settore dell'abbigliamento. Solo il 15 dei genitori ha lamentato pretese filiali eccessive in tal senso.