Home > Webzine > E' nata la Carta di Firenze
giovedì 28 maggio 2020

E' nata la Carta di Firenze

14-04-2005
In quindici punti, una iniziale revisione dei rapporti fra medico e paziente: introdotta da Franca Porciani del Corsera, alla presenza dell'assessore alle Politiche sanitarie Graziano Cioni e del preside della Facoltà di Medicina Gianfranco Gensini, è stata presentata la carta di Firenze, documento frutto di un processo di elaborazione interdisciplinare fra istituzioni. "Il paziente è spesso bypassato nella comunicazione della diagnosi" riporta Porciani, specializzata nell'ambito medico scientifico "mancano spesso riconoscimenti elementari affrontare il disagio dato nella relazione medico-paziente, a partire spesso dal medico di famiglia". Le fa eco Gensini, sottolineando come rappresentanti della cittadinanza abbiano partecipato alla stesura del testo; la carta si applica a tutti gli operatori sanitari, non solo i medici ma anche gli infermieri. La cittadinanza fiorentina è sostanzialmente anziana, prosegue il preside, dunque devono essere valorizzat interventi di comunicazione elettronica per, ad esempio, ricordare agli anziani quando devono prendere un farmaco. "Umanità e comunicazione sono gli aspetti principali della Carta" aveva dichiarato l'assessore Cioni, "umanità nel rapporto del medico col malato, comunicazione nell'informare dettagliatamente su un percorso da scegliere consapevolmente".

di Matteo Gerlini