Home > Webzine > Scuola: ''Bande Creative''
mercoledì 30 novembre 2022

Scuola: ''Bande Creative''

03-05-2005

Giornata conclusiva all'Istituto degli Innocenti di Firenze per il progetto "Bande creative", che mira alla prevenzione dei comportamenti aggressivi all’interno degli istituti scolastici. Realizzato dall'Ufficio Interventi Prevenzione Disagio Giovanile dell'Assessorato alla Pubblica Istruzione e alle Politiche Giovanili del Comune di Firenze e cofinanziato dalla Regione Toscana, il progetto è rivolto alle scuole medie superiori e va avanti da tre anni. Il nome dell'iniziativa cambia di anno in anno: "Bulloni e bullette" il titolo utilizzato lo scorso anno, scelto per scherzare sul termine bullismo, che viene usato per indicare il fenomeno di prevaricazione di alcuni ragazzi verso altri. Il progetto ha visto il coinvolgimento degli insegnanti, dell'Università di Firenze che ha messo a disposizione dei tutor laureandi in discipline socio-psicologiche e delle associazioni Libera ed Arci. L'obiettivo, cercando di intervenire sulla prevenzione, è di formare le nuove generazioni, non solo sul piano della conoscenza, ma anche su quello delle competenze sociali e della capacità di convivenza civile nella società, contrastando fenomeni di comportamento violento e di rischio nelle situazioni interpersonali. "E' un importante intervento di promozione e di educazione alla legalità -ha detto l'assessore alla pubblica istruzione e politiche giovanili Daniela Lastri- dove i giovani attraverso un lavoro su se stessi si pongono in modo solidale e relazionale con altri coetanei e con il mondo degli adulti". Alla giornata hanno fra gli altri partecipato, insieme agli studenti dell'Istituto Alberghiero "A. Saffi" e "B. Buontalenti" di Firenze e "F. Datini" di Prato, la presidente dell'Istituto degli Innocenti Alessandra Maggi, la responsabile dell'ufficio prevenzione disagio giovanile del Comune di Firenze Annalisa Bracco e i rappresentanti delle associazioni Libera ed Arci.

Nella giornata conclusiva del progetto "Bande Creative", che mira alla prevenzione dei comportamenti aggressivi da parte degli studenti all'interno degli istituti scolastici, l'Assessore alla Pubblica Istruzione e alle Politiche giovanili Daniela Lastri ci parla delle idee dell'amministrazione comunale su questo delicato tema.

In che contesto si inserisce "Bande Creative"?

"Il progetto con nomi diversi va avanti ormai da tre anni. Sono programmi che diventano permanenti, senza finire quando sono appena iniziati. Queste iniziative centrano l'attenzione sul tema della legalità e della consapevolezza degli studenti sugli stili di vita. Tutte tematiche che mirano al benessere dei ragazzi nella società".

Quali sono i risultati ottenuti?

"I ragazzi rispondono bene a queste iniziative e giornate come quelle di oggi servono a tirare le fila e a valutare il lavoro svolto. Il nostro obiettivo, come quello della Regione Toscana, è quello di far sì che in futuro si possano coinvolgere, oltre agli istituti professionali, anche i licei".

Proprio in riferimento al tema degli stili di vita, quali saranno le prossime iniziative dell'assessorato?

"Sicuramente questo tipo di iniziative sono estendibili anche alle scuole medie inferiori. Quando si parla di stili di vita è bene comprendere anche la legalità e la consapevolezza. Dal prossimo anno speriamo di poter approfondire temi che aiutino i ragazzi a combattere l'insostenibilità del quotidiano: le relazioni, l'alimentazione, la qualità della vita, i diritti e lo sfruttamento minorile".

di Duccio Tronci