Home > Webzine > Foto digitali e microchip sui passaporti
venerdì 15 novembre 2019

Foto digitali e microchip sui passaporti

04-03-2004
Bruxelles manda al macero i vecchi passaporti con foto-tessera e stampigliatura: entro la fine del 2005 nelle tasche dei cittadini europei dovrà arrivare un nuovo tipo di passaporto, dotato di un microchip che conterrà una foto digitale ad alta risoluzione del titolare, destinata a sostituire l'attuale fotografia formato tessera. Il microchip conterrà anche i dati della scansione delle impronte digitali del richiedente. Per Bruxelles il passaporto 'tecnologico' risponde alla volontà di far fronte alle minacce terroristiche e alle accresciute necessità di sicurezza dopo l'11 settembre. Sulla decisione ha però pesato la necessità di adeguarsi alle richieste degli Usa, che, a partire dal 26 ottobre 2004, chiederanno che i cittadini provenienti da paesi senza obbligo di visto d'ingresso siano dotati di passaporti leggibili elettronicamente, inviolabili e contenenti dati per l'identificazione biometrica. L'introduzione dei nuovi passaporti modificherà anche le procedure di controllo alle frontiere e richiederà che le autorità nazionali siano dotate di nuove apparecchiature. Gli Stati membri potranno scegliere tra due sistemi: inserire un microchip che consente la semplice visualizzazione della foto su uno schermo oppure optare per un sistema più elaborato che permette la lettura e il riconoscimento facciale per via elettronica.