Città di Firenze
Home > Webzine > UE: Dominique de Villepin propone un ''Servizio Civile Europeo''
venerdì 21 giugno 2024

UE: Dominique de Villepin propone un ''Servizio Civile Europeo''

01-08-2005
Dal 1° luglio 2005 è terminato formalmente il servizio di leva obbligatoria e di riflesso anche il servizio civile sostitutivo. Sono ormai passati decenni da quando i primi obiettori di coscienza furono condannati per diserzione, la difesa del diritto all’obiezione costò a Don Milani una condanna per apologia di reato. Con la fine del servizio civile obbligatorio gli enti abituati a contare sul concreto aiuto degli obiettori si sono trovati notevolemente in difficoltà. Per questo motivo già dal 2001 è stata approvata la legge che ha istituito il servizio civile volontario. Il primo ministro francese Dominique de Villepin ha proposto tempo fa di istituire un servizio civile europeo per contribuire a creare le basi di una democrazia europea. "Abbiamo bisogno –scrive de Villepin- del sostegno dei popoli europei. Da molti anni la nostra identità si costruisce attraverso l'attaccamento a valori comuni: libertà e solidarietà, adesione alle norme del diritto internazionale, esigenza di preservare il nostro ambiente. Lo scambio di studenti nel quadro del programma Erasmus rafforza questo sentimento, che prepara la nascita di una democrazia europea. Si tratta tuttavia di un'iniziativa limitata ad un numero ristretto di persone. Il servizio volontario europeo è anch'esso tuttora allo stato embrionale, poiché coinvolge solo 4000 giovani l'anno. Propongo quindi -conclude de Villepin- di avviare una riflessione con i nostri partner europei per la creazione di un vero e proprio servizio civile europeo, che darebbe a tutti i giovani europei l'opportunità di impegnarsi nel settore umanitario o della sicurezza civile in un paese diverso dal loro".